politica

Ulteriori aiuti alle famiglie in difficoltà, pubblicato il bando per l'erogazione di buoni spesa per oltre 5.000 euro

mercoledì 8 dicembre 2021

Nella seduta di venerdì 3 dicembre, la giunta comunale di San Lorenzo Nuovo ha approvato ulteriori aiuti di solidarietà alimentari a favore delle famiglie residenti meno abbienti. Nello specifico il bando, il cui avviso è stato pubblicato martedì 7 dicembre, prevede l’erogazione di buoni spesa a favore di cittadini con reddito Isee inferiore a 10.000 euro per un importo stanziato di oltre 5.000 euro . L’avviso, che scade sabato 18 dicembre, è scaricabile dal sito del comune oppure reperibile presso l’Ufficio Protocollo del Comune.
 
Questa misura si inserisce in un pacchetto di interventi approvati dal Comune nel corso dell’anno e finanziati, in gran parte da Regione e Governo, per contrastare i disagi economici derivanti dalla pandemia Covid-19.
 
"Come già preannunciato lo scorso ottobre - commenta il vicesindaco e assessore alle Attività Produttive, Fabrizio Ricci - abbiamo deliberato l’erogazione di ulteriori buoni spesa a favore dei nuclei famigliari maggiormente bisognosi. Nell’attuale situazione socio-economica le amministrazioni locali devono sostenere le famiglie in difficoltà e questo è ciò che l’Amministrazione Comunale di San Lorenzo Nuovo sta facendo dall’inizio della pandemia grazie ad un impiego preciso e puntuale delle risorse assegnate da Governo e Regione.”
 
"Stiamo ponendo particolare attenzione nel sostenere le famiglie in difficoltà - aggiunge il sindaco, Massimo Bambini - per cercare di non lasciare indietro nessuno; precedentemente abbiamo disposto sgravi sulle bollette, ora ci concentriamo sulle famiglie. Abbiamo accelerato i tempi così da riuscire ad erogare i buoni spesa prima di Natale e di questo ringrazio le strutture comunali per la disponibilità e l’impegno. Colgo anche l’occasione per ricordare che a breve è prevista la pubblicazione di un nuovo bando a favore della ripresa delle attività produttive: si tratta di oltre 50.000 euro da ripartire in due annualità".