politica

Sistema Idrico Integrato, l'Assemblea dei Soci approva le modifiche allo statuto

lunedì 16 novembre 2020
Sistema Idrico Integrato, l'Assemblea dei Soci approva le modifiche allo statuto

L'Assemblea degli Azionisti del Servizio Idrico Integrato di Terni ha approvato con il 94,39% delle quote del capitale sociale (26 soci su 29 presenti) le modifiche allo statuto societario precedentemente concordate dai soci. L'assemblea del gestore del Sii dei 32 Comuni della provincia di Terni (Ati 4 Umbria) si è svolta, come già stabilito, in videoconferenza per via delle restrizioni imposte dall’emergenza Covid-19.

Le novità più rilevanti riguardano l’eliminazione di alcuni articoli statutari, in particolare l’8 e il 10, riguardanti il contributo dei soci al fabbisogno finanziario della società consortile e la responsabilità solidale dei soci verso terzi. Altre novità riguardano le funzioni dell’amministratore delegato che dovrà comunque riferire sulla gestione al consiglio di amministrazione con cadenza almeno trimestrale, la riorganizzazione della macrostruttura e l’introduzione del controllo contabile mediante società di revisione, sebbene tale attività sia già stata attivata dalla società da circa un decennio.

Quanto deliberato conferma la rinnovata collaborazione fra gli enti locali ed i soci operatori e permetterà, stante anche l’avvenuto incremento delle quote di partecipazione di Umbriadue, il reperimento delle risorse necessarie per il riequilibrio dei rapporti finanziari con gli enti locali, nonché la realizzazione di nuovi importanti investimenti infrastrutturali.

"La complessa operazione di razionalizzazione dell’assetto societario del SII, oggi finalmente conclusasi, consentirà alla società stessa di gestire l’acqua pubblica in maniera sempre più efficiente ed attenta alle esigenze dell’utenza”, afferma il presidente Carlo Orsini che aggiunge: “In tale modo si potrà contare su disponibilità finanziarie importanti da destinare non solo agli investimenti ma anche a tutti gli altri obiettivi propri del servizio di gestione quali, in primis, la tutela e la valorizzazione della risorsa acqua, garantendo altresì adeguate misure di salvaguardia ambientale”.

"E’ sicuramente un momento di svolta estremamente importantpe per la Sii – dichiara l’amministratrice delegata Tiziana Buonfiglio – e la differenza l’ha fatta, e la farà, l’amore per il territorio, al quale con i fatti restituiremo la fiducia della quale ringrazio tutti i soci".

Acea consolida Servizio Idrico Integrato di Terni Si è riunita lunedì 16 novembre l'Assemblea straordinaria degli Azionisti di Servizi Idrici Integrati ScPA, soggetto gestore del Servizio idrico integrato dei 32 Comuni della provincia di Terni (ATI 4 Umbria). L'assemblea ha approvato alcune modifiche allo statuto societario.

Al termine dell'assemblea è stato perfezionato il contratto di cessione di quote da parte di ASM, socio operatore controllato dal Comune di Terni, ad Umbriadue, società controllata da ACEA. La quota di partecipazione di Umbriadue sale così dal 25% al 40% e, unitamente alla revisione statutaria, rende possibile il consolidamento integrale della società, finora consolidata a patrimonio netto,  nel bilancio di ACEA.

"La pronuncia dell'assemblea  - si legge in una nota - si inserisce in un contesto positivo di collaborazione industriale fra ACEA e le Istituzioni che rappresentano i territori della Provincia di Terni, in una prospettiva di crescita e di sviluppo sostenibile". (Fonte: ANSA).