politica

La Comunità Montana Alta Tuscia approva il Documento unico di programmazione

giovedì 15 ottobre 2020
di G.S.
La Comunità Montana Alta Tuscia approva il Documento unico di programmazione

Il commissario straordinario della Comunità Montana Alta Tuscia Laziale, Giovanni Giuliani, ha approvato il Documento unico di programmazione 2021-2023. Per quanto riguarda la sostenibilità economico-finanziaria il fondo cassa del 2019 è pari ad 597.449,19 euro. In calo il livello di indebitamento. Si passa da una incidenza del 6,31% del 2017 ad una pari al 4,15% dello scorso anno. Stesso trend per la spesa del personale. Si passa da una incidenza nel 2017 del 65,3% al 27,24% del 2019. Alla voce contributi in capitale entrano 1.022,091,43 euro della compostiera (biennio 2020-2022).

La voce stanziamento 2021 si attesta su 161.923,91 euro con un fondo cassa di 200.593,62 euro. Stanziamento 2022 pari ad 162.449,81 euro. 2.700 euro per sviluppo e valorizzazione turismo. Alla voce sviluppo sostenibile del territorio e dell’ambiente, si parte da uno stanziamento per il 2021 di 84.000 euro e da una voce-cassa nel 2021 di 812.502,82 euro. Sempre lo stesso stanziamento per il 2022. Alla voce agricoltura, politiche agroalimentari e pesca 7.245,15 euro.

Alla voce debito pubblico 51.888,52 euro. In cassa 2001 75.262,48 euro e stanziamento 2022 di 37.311,82 euro. Anticipazione finanziaria di 996.446,04 euro. Servizio costi terzi stanziamento 2021 di 180.316 euro, cassa 2021 di 214.035,11 euro e stanziamento 2022 pari a 189.316,08 euro. Attivo patrimoniale di 670.261,72 euro alla voce immobilizzazioni materiali e di 316.770,76 euro a quella immobilizzazione finanziaria.