politica

"Disponibilità e impegno ad essere più responsabili e partecipi di quel bene comune che è salute"

giovedì 10 settembre 2020
"Disponibilità e impegno ad essere più responsabili e partecipi di quel bene comune che è salute"

Nel rivolgere agli studenti, genitori, dirigenti, personale e insegnanti, il consueto saluto di inizio anno, il sindaco, Roberta Tardani sottolinea: "Quest’anno l’apertura delle scuole è un evento che ci rende tutti molto più sensibili e attenti al rispetto delle regole per contrastare la diffusione del contagio, a partire dalle famiglie e dagli stessi alunni e studenti. Sin dallo scorso mese di maggio l’Amministrazione Comunale si è attivata, attraverso la Conferenza dei Servizi, per definire insieme ai Dirigenti Scolastici e alla Asl gli adeguamenti necessari agli edifici scolastici comunali, per poi attuare durante l’estate i lavori necessari.

Importanti interventi, anche dal punto di finanziario che non garantiranno solo l’apertura in sicurezza e il rispetto delle norme anti Covid-19 ma vanno a risolvere pure criticità preesistenti. Altri lavori di manutenzione straordinaria sono già programmati per il prossimo periodo in modo tale da non interferire con l’attività didattica. Tutto questo è stato possibile grazie a un impegno eccezionale della struttura comunale nel suo complesso, a partire dal settore tecnico e dal settore scuola che ringrazio. La sinergia sinora instaurata fra i vari soggetti istituzionali proseguirà durante il corso dell’anno per monitorare ed assicurare lo svolgimento della scuola in assoluta serenità che è la cosa principale di cui tutti abbiamo bisogno”.

“Riguardo alla questione dell’individuazione di spazi alternativi alle scuole per ospitare i seggi elettorali - prosegue - ribadisco che non è stato possibile accogliere la proposta dell’istituto comprensivo Orvieto-Baschi, e quindi estenderla a tutti gli altri istituti, per l’impossibilità di reperire in tempi brevi spazi adeguati alle indicazioni imposte dalle normative. Ricordo che ben 18 su 28 sezioni elettorali del Comune di Orvieto, peraltro le più numerose, vengono allestite nelle scuole.

Per quanto legittime e condivisibili le richieste dell’istituto e di una parte dei genitori, la ricognizione fatta sui contenitori disponibili in città ha portato ad escludere tali soluzioni per la presenza di barriere architettoniche, l’assenza di servizi igienici e la mancanza di locali idonei a ospitare il presidio notturno delle forze dell’ordine. Per non parlare del lavoro necessario a ristampare migliaia di tessere elettorali con le nuove indicazioni.

In molti altri Comuni il rinvio dell’inizio delle lezioni – aggiunge – è stato perlopiù dovuto ai ritardi sugli adeguamenti degli istituti scolastici alle disposizioni anti Covid-19. L’importanza che ha la scuola per questa amministrazione testimoniata dall’impegno concreto e tangibile profuso per garantire nei tempi l’apertura in sicurezza di tutte le scuole”.

“Ai consueti auguri di buon lavoro e soddisfacenti percorsi di studio - conclude il Sindaco - aggiungo l’augurio di vivere anche questo nuovo Anno Scolastico con la serenità di sempre ma con la disponibilità e l’impegno ad essere più responsabili e partecipi di quel bene comune che è salute”.

Fonte: Ufficio Stampa Comune di Orvieto