politica

BusItalia, mezzi pesanti e varchi elettronici. La viabilità scalda il Consiglio

lunedì 29 giugno 2020
BusItalia, mezzi pesanti e varchi elettronici. La viabilità scalda il Consiglio

Sono state diverse le questioni in materia di viabilità affrontate nel Consiglio Comunale di lunedì 29 giugno. Dai banchi della minoranza, il consigliere Pd Federico Giovannini ha preso atto dei rapporti attivati dal Comune con Busitalia e Trenitalia, tuttavia ha invocato interventi risolutivi a seguito di sollecitazioni di pendolari che segnalano di corse ancora oggi mancanti per i collegamenti Orvieto-Porano, Castel Giorgio e frazioni come Sugano che sono servite solo in tarda mattinata.

"Visto anche l’impegno messo dall’assessore per i collegamenti con Perugia - ha detto Giovannini - segnalo che per chi la sera deve tornare da Perugia l’attuale soluzione adottata, comporta l’esigenza di meno cambi, più tempo e orari più congrui per i viaggiatori interessati, si chiede quindi l’adeguamento dei collegamenti a partire da settembre. Segnalo infine che il treno regionale veloce 2306 da Roma alle 7.02 con arrivo a Orvieto alle 8.19 era utile a pendolari e turisti".

"Dopo l’emergenza sanitaria - ha risposto l'assessore ai Trasporti, Gianluca Luciani - al momento sono stati ripristinati oltre il 90% dei treni. Insieme con l’Assessore Regionale, Melasecche stiamo lavorando ad un progetto di treni diretti verso Orvieto. Per i collegamenti con Perugia abbiamo ristabilito un pullman che parte la mattina e fa solo un cambio andata/ritorno a Monteleone e che, da quanto ci risulta, è gradito all’utenza.

Sempre per migliorare il collegamento con Perugia stiamo cercando di introdurre anche un treno. Per i pullman siamo rientrati alla normalità al 100%. Per Sugano c’è una sorta di circolare e il primo pullman è alle 7 della mattina, un altro in tarda mattinata e uno alla sera. Aggiungo che anche la Funicolare è tornata in servizio dopo i lavori di manutenzione trentennale. Con il Sindaco abbiamo verificato per il rientro di pendolari che lavoravano all’ospedale di Roma. Verificherò la segnalazione del treno 2306 e farò sapere al consigliere Giovannini".

Sollecitazioni al Comune anche da parte del capogruppo del Gruppo Misto, Stefano Olimpieri, rispetto al fatto che "la strada che collega Orvieto e Todi in questo periodo è molto trafficata da mezzi pesanti che, a causa della chiusura della tratta Orte-Terni, escono dal nostro casello A1 e si immettono sulle provinciali del nostro territorio". "E’ necessario capire - ha detto Olimpieri - quando verranno conclusi i lavori sul Viadotto Montoro e quindi sollecitare Anas e Regione rispetto al termine dei lavori".

"Sì - ha convenuto l'assessore Luciani - è una situazione particolare che stiamo vivendo giorno per giorno. Il Sindaco ha già segnalato la problematica all’Anas. Con la Protezione Civile abbiamo chiesto di mettere semafori per snellire la situazione che è comunque attenzionata e attendiamo notizie sulla riapertura”.

Per quanto riguarda l’apertura del varco di Piazza Cahen, infine, Andrea Sacripanti, capogruppo “Lega – Salvini per Orvieto” ha chiesto se "è allo studio una soluzione che vada in questa direzione e che dia risposte alle attività di ristorazione e ai commercianti di quella zona che sicuramente sono più penalizzati di quelli di altre zone del centro storico”.

"Una questione - ha spiegato il primo cittadino - che stiamo valutando anche alla luce di nuove richieste di suolo pubblico. Posso dire che esiste la possibilità di chiuderlo per fasce orarie in alcune ore della giornata, ma attendiamo la risposta degli uffici tecnici”.

Dal 3 luglio il venerdì e il lunedì tre collegamenti gratuiti per Fabro Scalo