politica

Geotermia e rischio sismico, Battistoni (FI) deposita un'interrogazione

lunedì 18 maggio 2020
Geotermia e rischio sismico, Battistoni (FI) deposita un'interrogazione

Lunedì 18 maggio il senatore Francesco Battistoni, responsabile nazionale agricoltura di Forza Italia, ha depositato un'interrogazione al Governo per chiedere la revisione dell'autorizzazione rilasciata dal Consiglio dei Ministri il 31.07.2020 riguardante l'impianto di geotermia sul Comune di Castel Giorgio.

"Ci sono nuovi elementi - ha detto - che richiedono che si torni, con la massima urgenza, alla valutazione di impatto ambientale presso il Ministero dell'Ambiente. Ricordo infatti che la valutazione di cui ha tenuto conto il Consiglio dei Ministri per il via libera, non considerava il terremoto del 2016 che colpì il Comune di Castel Giorgio con sisma di magnitudo 4.1. A questo va aggiunto, senza alcun dubbio, lo sciame sismico in corso in queste ore tra Bolsena, San Lorenzo Nuovo e Castel Giorgio.

Ricordo che su questo impianto gravano tre ricorsi al TAR, ci sono due Regioni contrarie (Umbria e Lazio), ci sono tutti i sindaci del comprensorio contrari, c'è la Provincia di Viterbo contraria, ci sono comitati di liberi cittadini contrari.

Anche le parole del presidente dell'INGV Carlo Doglioni ("verificate se le vostre abitazioni  siano in grado di resistere ad eventi di magnitudo importante, perché potrebbero esserci") non ci lasciano tranquilli, il rischio sismico esiste.

Chiederò al Governo la possibilità di riportare in Commissione di V.I.A. il progetto di Castel Giorgio e mi attiverò personalmente presso il Ministero dell'Ambiente per portare le ragioni del nostro territorio anche rispetto a tutti gli altri progetti di geotermia che insistono a Nord della nostra provincia".