politica

Ospedale della Media Valle del Tevere, confronto in videoconferenza

domenica 17 maggio 2020
Ospedale della Media Valle del Tevere, confronto in videoconferenza

Giovedì 21 maggio alle 15 il Consiglio Comunale di Marsciano si riunisce in una videoconferenza dedicata all’Ospedale della Media Valle del Tevere cui prenderanno parte anche i sindaci e gli amministratori regionali. La seduta sarà trasmessa sul canale YouTube del Comune.

Sul futuro dell’Ospedale della Media Valle del Tevere le attuali amministrazioni che governano gli 8 Comuni del territorio stanno lavorando da mesi, senza tentennamenti e tutte nella stessa direzione. La sanità e la sua organizzazione territoriale è tema che fa capo alla Regione con la cui nuova amministrazione, insediatasi a novembre 2019, i sindaci della Media Valle del Tevere sono in contatto e alla quale hanno fin da subito rappresentato le esigenze di questo territorio. Ora, in un momento in cui speriamo di poterci lasciare alle spalle la fase più critica dell’emergenza sanitaria legata al #coronavirus, è il momento, per chi amministra la sanità umbra, di poter dire ai cittadini della Media Valle del Tevere quali prospettive si aprono per l’ospedale di questo territorio. E di farlo in modo chiaro, per presentare novità importanti e positive che proprio in questi giorni si stanno concretizzando.

È inoltre in fase di preparazione un nuovo documento da parte dei sindaci della Media Valle del Tevere che li vede al lavoro, oltre ogni appartenenza politica, in modo concertato e in piena sintonia. Documento che sarà, appena possibile, portato all’attenzione dei rispettivi Consigli comunali, proseguendo in un percorso unitario che sta determinando importanti risultati.

Il sindaco del Comune di Marsciano, Francesca Mele, ha voluto chiamare gli amministratori regionali (la presidente della Regione Umbria, l’assessore alla salute, la presidente della Commissione sulla sanità e i capigruppo del Consiglio) a parlare, di fronte ai consiglieri comunali, riuniti in adunanza straordinaria, e ai sindaci degli altri comuni della Media Valle del Tevere, con i quali l’iniziativa è stata preventivamente condivisa e concordata e che, intervenendo, potranno tornare a rappresentare alla Regione, come già fatto in altri tavoli istituzionali, le esigenze delle comunità che rappresentano.

Un momento per fare il punto della situazione, a beneficio dei cittadini, organizzato per far conoscere, innanzitutto, le scelte di governo in materia di sanità della Regione Umbria. Ovviamente questo incontro non ne preclude altri – peraltro auspicabili – con oggetto l’Ospedale di Pantalla, né a Marsciano né in altri comuni del territorio e in qualunque forma li si vorrà fare. È organizzato in videoconferenza (una modalità che il covid-19 ci ha imposto già da settimane) che sarà trasmessa in diretta streaming sul canale YouTube del Comune e alla quale tutti i cittadini di Marsciano e della Media Valle del Tevere potranno assistere. Purtroppo, nel valutare modalità più ampie di partecipazione, anche diretta, della cittadinanza, l’ente ha dovuto fare i conti con una situazione che non ha precedenti e che riguarda proprio le misure anti covid-19 che devono essere adottate. Questo ha reso non percorribile attuare pienamente la forma di Consiglio comunale “aperto” che anche nel regolamento per il funzionamento del Consiglio comunale è previsto, ma ci si è dovuti adattare, in accordo con gli uffici comunali competenti, ad una soluzione che contemperasse le esigenze di sicurezza e i limiti che lo strumento tecnologico utilizzato pone ai fini di una fruizione sostenibile dell’evento.

Così i cittadini o le associazioni che, sull’ospedale, hanno domande da fare all’amministrazione regionale o alla giunta comunale, possono comunicarle entro lunedì 18 maggio all’indirizzo mail: segreteriaconsiglio@comune.marsciano.pg.it. Sarà poi il sindaco, in sede di Consiglio, a rappresentarle agli amministratori regionali o a rispondervi direttamente. Far pervenire in anticipo le domande, come sono stati invitati a fare, al netto dei loro interventi, gli stessi consiglieri comunali, permette non solo una gestione più fruibile e ordinata della videoconferenza, ma soprattutto dà modo a chi deve rispondere di poterlo fare in forma completa e documentata, a tutto vantaggio della comprensione di chi ascolta.

"Questo è quello che succederà giovedì 21 maggio – ribadisce il sindaco Francesca Mele – nonostante il rischio che qualcuno possa artatamente equivocare la presenza dell’amministrazione regionale, cui la Costituzione attribuisce la competenza sull’assetto sanitario della regione, con una semplice, quanto inesistente, passerella politica. Questo è quello che succederà al netto del fatto che qualcuno possa incredibilmente ipotizzare che i sindaci, direttamente eletti dai cittadini, non siano rappresentativi dell’intera comunità ma solo portatori di interessi politici di parte. Quegli stessi sindaci, quegli stessi amministratori regionali, che di fronte a tante polemiche strumentali e, non di rado, anche a fantasiose ricostruzioni del loro operato, rispondono sempre, come avverrà anche giovedì 21 maggio e come è giusto e doveroso che sia, con fatti ed impegni precisi che i cittadini potranno valutare. Sempre e comunque, in democrazia”.