opinioni

Cantalice

venerdì 20 maggio 2022
di Fausto Cerulli
Cantalice

Bianche case di pietra
arrampicate sulla collina,
un moncone di torre
e un bosco di castagni
in cui mi addentravo
pauroso quando ero bambino.
La casa dove sono nato,
una chiesa candida
contro l'azzurro feroce del cielo.
Il piccolo cimitero
dove speravo di essere sepolto.
Accanto a mia madre.
Ma ora non spero più nulla.
Ora le pecore non hanno
più erba da brucare.
Tutto è cemento dove era il verde.