opinioni

Mia graziosa

domenica 17 ottobre 2021
di Fausto Cerulli

Una sera fatta di rosa e di mistico azzurro.
(Baudelaire - Les fleurs du mal)
 
Te immagino, mia graziosa, senza
un filo di perle, soltanto un anello
di baci intorno al tuo collo, e tu
insisti nelle sciagurate emozioni
che lasciano senza parole i miei
angeli. Mi hai raccontato di essere
stata impaurita dalla visione
di un amante sorpreso lui
da improvviso piacere e tu
dall’angoscia di dopo. Io
ho cercato di spiegare a te
e poi a me e mai a noi quello
che mi hanno insegnato, ah,
con quanto malessere tutte
le mie donne. Tu allora hai
ucciso il mio ricordo di figlio,
tu, la mia graziosa, tu affollata
di gelosie. Arcobaleno
e non ha mai piovuto.