opinioni

Leopardi e

mercoledì 13 ottobre 2021
di Fausto Cerulli

Non avevo saputo ascoltare la musica,
distratto forse dai fiori che tappezzano
il giardino, o dal guardare le tue mani
esili sfogliare un libro indiscreto.
 
Silvia sei dolce quando ricami
i tuoi giorni con il filo della speranza
in un futuro amoroso, ed io non oso
dirti che poco tempo ti avanza
 
da vivere. Meglio pensare che
tu ora sei felice, e ascolti una voce
conosciuta da sempre che dice
le parole che tu vuoi sentire.
 
Passa sotto il nostro sguardo una
assurda processione mesta ma
indifferente alla nostra esistenza
 
precaria. Ognuno porta la propria
croce, soltanto i fiori vivono  in gioia
il loro profumo. Ora possiamo capire
la musica, Silvia.