opinioni

Ghibli

martedì 14 settembre 2021
di Fausto Cerulli

E allora le carezze, seta e velluto
e non ho nessun appuntamento
importante, spesso penso Cristo in croce
e fu Giuda geloso se solo a Giovanni
fu concesso di poggiare il capo biondo
sul petto scarno del Maestro, ed io
percorro i vicoli stretti della Casbah
i minareti parlano con voce rauca
hashish a Casablanca, fiori strani
nel primo concerto jazz, rosari
sgranati. La strada troppo larga
a strapiombo su quel mare che
fu mare nel vento, il velo sul tuo
volto occhi di gazzella araba tu
fanciulla araba. Ora tutto ormai
è deserto, sabbia e rabbia.