opinioni

Baccanale

mercoledì 9 giugno 2021
di Fausto Cerulli

Se mi volto indietro non riesco a vedere nulla di me,
nel presente mi sembra di non esistere, forse occorre
che il passato diventi presente per avere un futuro,
mi sento come il ramo di glicine sotto il quale
volevamo recitare poesie, poi Bianca è andata via
ed ha portato con sé tutti i versi che avrei potuto
scrivere. Ora riesco soltanto ad immaginare
quei versi, ma sembrano una nenia che non incanta
nessuno, neppure me stesso. Ho messo in gioco
troppo di quello che avevo. Una volta cercavo
di non pensare bevendo. Ora sono ubriaco
senza avere bevuto.