opinioni

Distacco

martedì 8 giugno 2021
di Fausto Cerulli

E se avessi scritto le mie stravaganze
su una foglia di molte nervature, forse
potrei comporre una antologia, fiore
da fiore, e soltanto il distacco dal ramo
condannerebbe a morte autunnale
quello che ho sempre cercato di essere
per me. Ora capisco cosa volevano
dirmi le rose nel loro appassire, le note
mentre svanivano. Ho voluto sapere
che la poesia è profumo di musica
o non è.