opinioni

Ritratto

martedì 13 ottobre 2020
di Fausto Cerulli
Ritratto

Non fu la sosta nella locanda a darmi calore
ma la blanda sensazione di essere stato già
tra quelle pareti con un ritratto di una Madonna
dolente ed un poster con il volto del Che.
E avevo saputo da sempre che quella locanda
mi avrebbe portato sfortuna: avrei conosciuto
una vergine ed una puttana, unite da un gesto
senza pudore, la vergine nel ritrarsi e la puttana
nel darsi, ambedue con circospezione.
A quella locanda sono arrivato dopo aver vista,
improvvisa, una chiesa imbiancata di calce
dedicata Deo et virgini perdolenti, e una donna
che mi ha dannato a vivere in quella locanda,
lei che era vergine ed era puttana nella stessa
preghiera, tra odore di vino e di tabacco
e gente straniera che giocava a carte
avendo come posta una oscena proposta
di amore. Con quella vergine che voleva
essere puttana.