opinioni

Tavolozza

lunedì 29 giugno 2020
di Fausto Cerulli
Tavolozza

E mai la donna deve mostrarsi nel profilo di un chiaroscuro,
ma mostrare la tavolozza di colori che illustrano la pienezza
del suo seno dove il rosa pallido dell’aureola abbraccia
il capezzolo scuro, ed esporre allo sguardo ingordo di quel fanciullo
che è sempre in me, e il bianco delle sue cosce accanto alla
macchia o o scura o castana o bionda del pube e il rosso
delle labbra che segnano il suo volto, spesso sconvolto
dal piacere passato e dal piacere futuro, aperte al respiro
affannato che attende di farsi urlo, soffocato da una mano
malata di falso dolce estremo pudore, con le unghie coperte
da uno smalto sfacciato rosso scarlatto.