opinioni

Abside

lunedì 18 maggio 2020
di Fausto Cerulli
Abside

Ed ho rivisto la casa abitabile
soltanto da qualche dio disonesto,
ed ho scoperto un’abside dedicata
virgini perdolenti, lacerate le vesti
accurre donna e vide, credo che
lo s’occide, ed ora la casachiesa
scivola, slavina della pazienza
e i ricordi delle domande cui
una eco assurda rispondeva
con le parole della domanda
e la poesia si frantumava,
ostia offerta alla croce:
la poesia oggetto.