opinioni

Roma

domenica 17 maggio 2020
di Fausto Cerulli
Roma

La precisione matematica del piacere
passa per la percezione delle fibre
dei nostri corpi, dalle note di una musica
che ascoltiamo per la prima volta
quando per la prima volta percepiamo
le note che ascoltiamo e che tra loro si
ascoltano in una stanza quasi oscura
accanto alla chiesa trascurata
della Madonna del quartieri Monti
in un giorno solare che soltanto
Roma può donare quando tace
ogni sussurro nell’ascolto.
La precisione del piacere sta
nel ricordo di una speranza.