politica

BusItalia, tagli alla linea Orvieto-Perugia. Fora: "La Regione ne è a conoscenza?"

giovedì 9 gennaio 2020
BusItalia, tagli alla linea Orvieto-Perugia. Fora: "La Regione ne è a conoscenza?"

"Dopo aver denunciato la situazione con un post su Facebook questa mattina, nelle prossime ore presenterò una interrogazione alla nuova Giunta regionale per sapere se è a conoscenza e se ha avvallato ipotetici tagli o rimodulazioni di linee che dir si voglia da parte di Busitalia che si realizzerebbero nei prossimi mesi”.

Così Andrea Fora, capogruppo di "Patto civico per l’Umbria" rimarcando come “da sabato 11 gennaio ci sarà una sorpresa per i pendolari di Orvieto: la storica linea Orvieto Perugia e viceversa sarà attiva solo dal lunedì al venerdì e solo nei periodi scolastici. Tanti cittadini non solo non sapranno come muoversi il sabato per il lavoro, ma neanche i tre mesi estivi delle vacanze scolastiche. Tutto questo è intollerabile”.

Fora evidenzia anche che “diversi pendolari, che lo avrebbero appreso in via informale, mi segnalano che sarebbero in animo diverse rimodulazioni, veri e propri tagli dei servizi di trasporto di Busitalia in molte aree della nostra regione ed in particolare nel Narnese, nel Tuderte nell'Assisano e nell'Eugubino che verrebbero esplicitate probabilmente nei prossimi mesi”.

“Dopo il post di questa mattina – fa sapere Fora -, nel quale chiedevo a quanti avessero notizie di voci più o meno insistenti di prossimi tagli sulla mobilità di segnalarmeli, ho già ricevuto alcune segnalazioni. Invito l'assessore regionale Enrico Melasecche – continua Fora -, che immagino non sia responsabile di questi tagli, già effettuati, ad attivarsi subito nei confronti dell'azienda, per ripristinare la linea giornaliera Orvieto - Perugia per il sabato ed anche per i mesi estivi e di sincerarsi che Busitalia non attui nei prossimi mesi alcun taglio dei servizi di mobilità che già oggi – conclude - possiamo considerare come livelli minimi offerti nella nostra regione”.

Trasporto pubblico locale, dipendenti in stato di agitazione