politica

La Scuola Elementare "Corrado e Mario Nardi" torna a splendere

martedì 7 gennaio 2020
La Scuola Elementare "Corrado e Mario Nardi" torna a splendere

Martedì 7 gennaio, alla ripresa dell'attività didattica, i bambini della Scuola Elementare "Corrado e Mario Nardi" di Tarquinia sono rientrati in possesso della struttura rimasta chiusa per diversi mesi per poter svolgere importanti lavori di ristrutturazione e di messa in sicurezza per gli adeguamenti sismici.

Realizzato tra il 1957 e il 1963, l'edficio ha subito, negli ultimi decenni diversi interventi di ammodernamento. Con i lavori di “adeguamento sismico”, il Padiglione Bonelli è tornato nella piena disponibilità di studenti e corpo docente. I lavori, iniziati nel giugno 2018 e finanziati dalla Regione Lazio, hanno riguardato l’adeguamento sismico dell’immobile.

Importanti interventi di consolidando dei solai dove sono state introdotte strutture d'acciaio e rinforzato le pareti con innovativi materiali in fibra di carbonio. Durante l’appalto, l’Amministrazione Mencarini prima e successivamente Giulivi, hanno finanziato   ulteriori interventi per oltre 400.000 euro.

Interventi che, grazie alla collaborazione dei tecnici incaricati e dell’impresa appaltatrice, hanno dato la possibilità di ottenere la ristrutturazione completa di tutto l’edificio. Non solo interventi sismici e strutturali. E' stato completamente rimodernato, infatti, l’impianto elettrico e di illuminazione.

Sono stati utilizzati i nuovi dispositivi a LED specifici per gli ambienti scolastici, sia all’interno delle aule sia nelle aree comuni, come la mensa e i corridoi. "Oggi - sottolineano dal Comune - l'immobile è adeguato e rispetta la normativa antincendio grazie anche al posizionamento di nuove porte tagliafuoco, di un nuovo impianto d'allarme e di sensori per la rivelazione dei fumi direttamente collegati alla rete di idranti dislocati nei punti strategici della scuola.

Grazie a questi lavori di adeguamento, si è potuti intervenire anche direttamente sull'efficientamento degli ambienti che hanno permesso di realizzate due nuove aule al piano superiore ed ampliare l’aula di informatica. Completamente rinnovati i servizi igienici in tutti i piani e realizzati due nuovi servizi dedicati al personale interno. Anche i pavimenti e le porte delle aule sono di nuovissima fattura e rispondenti alle norme di sicurezza ed igienico sanitarie.

Entrando a scuola, si è avuto un impatto visivo completamente diverso. Anche i colori giocheranno un ruolo fondamentale per l’orientamento dei ragazzi. L'azzurro identifica gli ingressi delle aule, il giallo le finestre. Tutti gli ambienti sono stati dotati di controsoffitto il che consentirà per un maggior isolamento termico ed acustico.

Anche la mensa è stata completamente ristrutturata e rinnovata e potrà essere assistita da una cucina molto più grande, con nuove e moderne attrezzature, che consentira’ di preparare e servire i pasti ai bambini senza dover più ricorrere a laboratori esterni. Questa Amministrazione ha seguito con grande attenzione tutte le fasi dei lavori che sono stati completati in anticipo rispetto i termini prefissati in origine.

Questo ha permesso a tutti i bambini di rientrare nella propria scuola da questa mattina mettendo fine ai disagi dovuti alla ridistribuzione delle aule e del servizio mensa. Un particolare ringraziamento al progettista, l'ingegnere Pierluigi Campolungo; al direttore dei lavori, l'architetto Massimo Mariani; alla ditta Bernabei Costruzioni Srl; al presidente della Multiservizi Ruggero Acciaresi; alla dirigente scolastitca Dilva Boem, alla dirigente amministrativa Monia Meraviglia e al personale dipendente.

Un ringraziamento particolare ai genitori degli alunni che con pazienza hanno atteso l’ultimazione dei lavori". Il sindaco Alessandro Giulivi, insieme agli assessori, ha accolto gli studenti e il corpo docente al rientro delle vacanze natalizie per inaugurare, in modo informale, una struttura riconsegnata alla città.

Per chiudere un ringraziamento all'assessore Roberto Benedetti che tutti i giorni ha effettuato sopralluoghi, intervenendo dove necessario, per portare a termine, come di fatto è avvenuto, tutti i lavori che hanno riconsegnato il Padiglione Bonelli profondamente risanato e destinato a durare nel tempo".