opinioni

Una sera

lunedì 10 febbraio 2020
di Fausto Cerulli
Una sera

Ho attraversato i luoghi:
gli abitanti hanno guardato
sorpresi il mio dolore,
loro non sapevano,
loro avevano il privilegio
di essere sempre felici.
Ho insegnato loro le rose.
nel fiorire e poi nel lento
sfiorire. Adesso coltivano
un giardino e qualche volta
piangono. Forse ho sbagliato
luogo, forse il luogo ignoto
ha sbagliato me, una sera
come troppe.