economia

Confartigianato: "Scuola e Lavoro. L'importanza di una scelta consapevole"

venerdì 20 novembre 2020
Confartigianato: "Scuola e Lavoro. L'importanza di una scelta consapevole"

Il progetto "Scuola e Lavoro. L'importanza di una scelta consapevole" compie 11 anni, un traguardo importante e si conferma uno dei progetti più innovativi ed utili ideati dall’Associazione in collaborazione con i docenti, i dirigenti delle scuole secondarie di primo grado di tutta la Provincia di Terni , con i ragazzi e le  loro famiglie.

Da martedì 17 novembre, è partita l’iniziativa "Scuola e Lavoro. L'importanza di una scelta consapevole", il ciclo di incontri per genitori e studenti che trovandosi all’ultimo anno di  un importante percorso scolastico, va in aiuto a coloro che hanno il problema di capire quale è la scuola superiore adatta loro.

In questo Anno Scolastico 2020-2021, a causa dell’emergenza sanitaria, siamo stati costretti a cambiare la modalità tradizionale, riconvertendo per quest’anno in modalità online, pur di garantire l’efficacia del messaggio da trasmettere; l’obiettivo è quello di far arrivare i ragazzi a gennaio, con le idee chiare sulla scuola che vorranno frequentare dopo le scuole medie evitando il rischio di ritrovarsi a frequentare per 5 anni la scuola sbagliata!

Così  anche quest’anno Confartigianato Terni, pur trovandoci nell’emergenza sanitaria con le dovute restrizioni e vincoli, propone un’importante attività di orientamento, rivolto agli studenti delle terze medie ed ai loro genitori. Un prezioso strumento in grado di far riflettere sulle scelte future più consapevoli.

“Il progetto ha l’obiettivo di orientare i ragazzi non nella scelta, ma fornire loro più elementi possibili per renderli consapevoli circa la decisione più corretta da intraprendere “– afferma Luciano Vittori Dirigente Confartigianato Terni e Coordinatore del Progetto – lo  scopo è molto semplice, ma di fondamentale importanza”.

Stimolare i ragazzi a ricercare dentro di se le attitudini, gli interessi, i talenti da coltivare anche alla luce della loro esperienza passata, è indispensabile affinché possano affrontare gli studi futuri con maggiore passione e profitto. “Riteniamo anche molto importante – aggiunge Vittori -  raccontare, sia agli studenti che ai genitori, le storie che in questi dieci  anni hanno formato il nostro bagaglio di esperienza e che ci hanno chiaramente indicato gli errori da non commettere assolutamente al momento di questa impegnativa scelta”.

“Cercheremo quindi di aiutare i ragazzi a pensare al futuro, informandoli  circa le problematiche che possono insorgere a causa di scelte sbagliate, senza ignorare il fatto che stiamo vivendo un momento economico e lavorativo particolare e difficile” ha sottolineato il Presidente di Confartigianato Terni Mauro Franceschini.

“Altro ambizioso obiettivo che ogni anno cerchiamo  di raggiungere - ha concluso Franceschini – riguarda la presa di coscienza del fatto che oltre all’alto tasso di disoccupazione giovanile, legato alla mancanza di lavoro, alla crisi, ci sono anche Imprese che incontrano difficoltà nel reperire personale qualificato. L’identificazione del bisogno delle posizioni lavorative, lo screening delle referenze, il reclutamento e l’engagement attraverso valori coerenti al brand sono la garanzia di realizzazione della missione aziendale. A tal proposito il nostro ufficio Risorse Umane supporta gli associati nella segnalazione di posizioni lavorative aperte e gestisce i curricula di eventuali candidati alla ricerca di lavoro. E’ necessario che venga colmato questo gap  e anche per questo pensiamo che il nostro sarà un contributo importante.”

Il progetto, che vanta il sostegno dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Umbria, prevede una serie di incontri online, con quasi 2000 studenti di Terza Media dell’intera Provincia e con le rispettive famiglie, attraverso due tipologie di incontri: uno con i genitori attraverso l’illustrazione di dati del mondo produttivo locale, nazionale ed internazionale, l’altro con i ragazzi, attraverso la proiezione di un video in grado di stimolare il loro interesse verso  un mondo, quello del lavoro, ancora sconosciuto, ma con il quale presto dovranno necessariamente confrontarsi. Strumenti, quindi, che vanno ad indicare che non esiste la “scuola migliore in assoluto”, ma esiste la soluzione e la scelta più coerente con le proprie inclinazioni, passioni, attitudini.