economia

Confartigianato: "Non chiudete di nuovo le aziende del benessere"

venerdì 16 ottobre 2020
Confartigianato: "Non chiudete di nuovo le aziende del benessere"

Il segretario di Confartigianato Imprese di Viterbo, Andrea De Simone, lancia l’allarme a seguito delle notizie di queste ore sulla possibilità di una nuova imminente serrata dei saloni di estetica e acconciatura, che mettono fortemente in ansia le imprese del settore. “Confartigianato è assolutamente contraria a un nuovo lockdown in questo comparto - spiega - , che rischia di subire il colpo di grazia e di non riprendersi più, viste anche le imponenti spese per la sanificazione e le limitazioni imposte alla riapertura e sostenute dai tanti piccoli imprenditori che chiedono solo di poter lavorare”

“I saloni dei nostri acconciatori e dei nostri estetisti sono luoghi sicuri e sanificati, dove vengono osservate già tutte le procedure di prevenzione imposte dalle norme - aggiunge De Simone -. È pertanto impensabile solo parlare di nuove chiusure, anche proprio in virtù della tutela della salute dei cittadini: il settore benessere è quello che purtroppo ha sempre fatto registrare una elevata percentuale di abusivismo, anche prima della pandemia. Ciò significa che se le attività in regola saranno costrette a chiudere, prolifereranno gli abusivi senza controllo: in quel caso sì che, senza rispetto delle regole, i cittadini sarebbero esposti davvero ad un maggiore rischio di contagio”. “Aumentiamo i controlli - conclude -, ma la asciamo lavorare chi lo fa garantendo la sicurezza”.