economia

"La mobilitazione unitaria paga, ma il nostro lavoro sul cuneo fiscale prosegue"

mercoledì 1 luglio 2020
"La mobilitazione unitaria paga, ma il nostro lavoro sul cuneo fiscale prosegue"

Dalla retribuzione del mese di luglio molti lavoratori dipendenti percepiranno un beneficio fiscale. "Si tratta - commenta il segretario generale della Cisl Umbria, Angelo Manzotti - di un primo e importante risultato. Da tempo la Cisl è impegnata per una vera e propria riforma fiscale".

"Da questo mese circa 16 milioni di dipendenti del settore pubblico e privato beneficeranno della riduzione del cuneo fiscale, ossia un taglio delle tasse in busta paga: un risultato importante che consentirà ai lavoratori di avere un aumento in busta paga fino a 100 euro netti al mese" afferma il deputato del Movimento 5 Stelle Filippo Gallinella.

"Nello specifico, fino a 28.000 euro lordi annui di stipendio è prevista un’integrazione del precedente bonus, per una soglia totale di 100 euro; per chi percepisce un reddito compreso tra 28.000 e 40.000 euro introduciamo una detrazione fiscale equivalente di 100 euro che decresce fino ad arrivare al valore di 80 euro in corrispondenza di un reddito di 35.000 euro. Oltre questa soglia, l’importo continua a decrescere fino ad azzerarsi al raggiungimento dei 40.000 euro di reddito.

Inoltre, sarà introdotta una misura utile per i commercianti sotto forma di sgravio fiscale, ovvero il 30% delle spese in commissioni sul POS potrà essere trasformato in credito d’imposta: un provvedimento che fa da apripista verso i pagamenti digitalizzati. Tali misure, che si sommano a quelle previste nel Decreto Rilancio e quelle che stiamo inserendo nella fase emendativa, aiuteranno la ripartenza della domanda interna e dei consumi: tutto ciò è solo il primo passo di una complessiva riforma fiscale dell’Irpef, a beneficio di tutti i cittadini" conclude Gallinella.