cultura

"Forme e Colore. Tridimensionalità dell'arte pittorica". In mostra al Mancinelli le opere di Stefania Conticchio

giovedì 17 novembre 2022

In uno degli edifici simbolo della città di Orvieto, il Teatro Mancinelli, storicamente tempio della musica e della recitazione, quest’anno approda anche l’arte pittorica di Stefania Conticchio, con un’esposizione di rilevanza internazionale che l’ha vista protagonista dell’Expo Dubai 2020.
 
Le sue tavole "Forme e Colore" saranno presentate con un modello espositivo originale e inconsueto: la mostra sarà, infatti, allestita nel Foyer e all’aperto nello spazio antistante il magnifico Teatro orvietano, tanto da essere fruibile agli occhi del passante mentre gode delle bellezze antiche della Città, una città capace tuttavia di non sottrarsi allo sguardo di un’arte contemporanea che tiene insieme passato e futuro.
 
La mostra, dunque, si propone come un inedito e affascinante racconto ‘sulla strada’ che rivela, in una dimensione tridimensionale, quegli elementi attorno ai quali la pittrice si muove alla ricerca di un nuovo piano di racconto artistico che porta l’elemento pittorico oltre uno sguardo piano e univoco per renderlo tattile e visivamente irrompente come delle sculture e in cui il forte impatto geometrico assume quel clima di magica sospensione tra ideale e reale. Sette le opere in mostra che raccontano un’arte che è già oltre una prospettica visione dell’anima e che ribalta e costruisce, come in un puzzle, la parte più intima e profonda dell’artista.
 
Stefania Conticchio nasce a Orvieto. Scenografa e restauratrice, da circa 10 anni dopo aver messo da parte senza mai dimenticarla l’arte di creare e riportare al nuovo ciò che è senza tempo, si dedica all’attività pittorica per cercare nuove ed intense forme espressive che ne arricchiscano il percorso artistico personale. Da poco tempo ha scelto anche di trasmettere quel sapere fatto di forme e colori per aiutare il talento a manifestarsi, aprendo così una Scuola d’arte dedicata ai bambini. Per coloro che vorranno scoprire quanto sia eclettica e multivariegata la sua arte basterà recarsi al civico 103 di Corso Cavour - Orvieto - per apprezzare il suo atelier Deco Art.