cultura

Massimo Ranieri e Maria Pia Calzone a Orvieto per le riprese de "La voce che hai dentro"

sabato 12 novembre 2022
di Davide Pompei

Anticipato a settembre, in occasione della presentazione della Stagione di Prosa "Sipario!" del Mancinelli, il ritorno sulla Rupe di Massimo Ranieri, che a gennaio 2019 scelse proprio il palco del teatro orvietano per la prima nazionale de "Il Gabbiano (à ma mère)" di Anton Čechov, ora è reale. A riportarlo qui, le riprese della fiction "La voce che hai dentro", iniziate ad agosto, che andranno avanti fino alla fine del mese interessando anche Roma – in un palazzo della periferia, proprio in questi giorni, è stato ricostruito un carcere – e Orvieto – con il Duomo, il Teatro e alcuni scorci del centro storico – che sarà una delle ambientazioni della storia.

Dopo vent'anni il cantante e attore napoletano è, dunque, nuovamente su un set televisivo che, per la prima volta, lo vede protagonista di un progetto targato Mediaset. Otto gli episodi in onda il prossimo anno per quattro prime serate su Canale 5, diretti da Eros Puglielli e tratti da un'idea dello stesso Ranieri, nata dodici anni fa. La storia è quella di Michele Ferrara, di nuovo libero dopo dieci anni di carcere a Poggioreale, dove ha scontato la pena per il presunto omicidio del padre Mimmo, noto cantante e fondatore della Parthenope Edizioni Musicali. Un uomo che ha sempre vissuto per la musica e che ora ha come scopo quello di salvare famiglia e casa discografica.

Lotterà per evitare che la moglie Maria, affascinante avvocato interpretata da Maria Pia Calzone – Donna Imma in "Gomorra" e Marica in "Sirene", e i figli Raffaele (Michele Rosiello) e Antonio (Erasmo Genzini) vendano l’amata casa discografica all’antagonista Gaetano Russo (Gianfranco Gallo). Michele, che nasconde un segreto e si è sempre dichiarato innocente, ha però dalla sua parte l'affetto e la fiducia della figlia Anna (Giulia D'Aloia), virtuosa del pianoforte e decisa a dimostrare l’innocenza del padre, e di Regina (La Niña), giovane e talentuosa trapper, con le quali combatterà per riportare in auge la Parthenope Edizioni Musicali e riconquistare l’affetto dei suoi.

Nel cast anche Nando Paone e Ruben Rigillo. Prodotta da Lucky Red Srl, la fiction è stata scritta da Jean Ludwigg e Leonardo Valenti, autori del soggetto di serie, insieme a Iole Masucci, Laura Sabatino e in collaborazione con Laura Colella e Pier Paolo Piciarelli. Nei tre giorni di set orvietano saranno coinvolte ottanta persone della troupe, ma anche maestranze locali quali manovali, attrezzisti e vari assistenti aggiunti per trucco, parrucco e costumi. Impiegati anche diversi organizzatori di scena di massa per gestire le circa trecento comparse che saranno utilizzate. Il campo base della produzione sarà posizionato al Palazzo del Capitano del Popolo.

Sul fronte logistico, intanto, l'ordinanza della circolazione veicolare emessa dal Settore Vigilanza del Comune dispone dalle 18 di martedì 15 fino alle 9 di venerdì 18 novembre il divieto assoluto di transito e sosta con rimozione dei veicoli in Piazza del Popolo e Piazza Vivaria, fatta eccezione per i veicoli dei residenti della zona, per i mezzi adibiti alla raccolta differenziata dei rifiuti, per i veicoli diretti alle strutture ricettive situate nella zona per carico e scarico bagagli e per i mezzi di pronto intervento e/o soccorso. Divieto assoluto di sosta con rimozione dei veicoli anche in Largo Ravelli e in Piazza Corsica.

Dalle 5 alle 15 di giovedì 17 novembre, inoltre, è programmato il divieto assoluto di transito e sosta con rimozione dei veicoli in tutta Piazza Cahen per consentire lo svolgimento del mercato cittadino che, in via eccezionale, traslocherà. La Polizia Locale è pronta ad adottare i provvedimenti contingibili dettati da ragioni di emergenza, ordine pubblico o circolazione veicolare e pedonale. Così come avvenuto nel 2020 per le riprese de "La Befana vien di notte 2" e nel 2021 per "Il Principe di Roma" in uscita nei cinema proprio giovedì 17 novembre, dal Comune che della fiction è co-organizzatore e co-promotore, è comprensibilmente chiesta collaborazione.

"Dopo aver fatto da sfondo con i suoi sotterranei e i suoi vicoli – commenta il sindaco, Roberta Tardani, titolare delle deleghe assessorili a Cultura e Turismo – questa volta Lucky Red ha scelto Orvieto per ambientare una parte importante della fiction che segna il ritorno in tv di un artista molto amato dal pubblico come Massimo Ranieri che, più volte, ha dimostrato il suo legame con la nostra città. Si tratta di un’altra importante occasione di visibilità per Orvieto, che avrà una vetrina nella prima serata di Canale 5, un’altra opportunità per l’indotto economico e professionale locale che ruota intorno alle produzioni televisive e cinematografiche".