cultura

Affidata al Teatro Null la direzione del Teatro Farnese. Al via la Stagione 2021/2022

venerdì 19 novembre 2021

Al via la Stagione 2021/2022 del Teatro Comunale "A. Farnese" di Gradoli con la direzione del Teatro Null. "Siamo felici e orgogliosi della fiducia accordataci dal Comune di Gradoli nell’affidarci il Teatro Farnese" dice il suo direttore artistico Gianni Abbate. "Un’Amministrazione - aggiunge - quella del Comune di Gradoli, sensibile e consapevole che il benessere e la qualità della vita dei propri cittadini passa anche attraverso la crescita culturale. In questo periodo, un teatro che riesce a riaprire i battenti va festeggiato con gioia, perché il teatro è parte integrante di una comunità e della cultura a cui dobbiamo tanto. Definiamo questa nostra nuova impresa ‘In direzione ostinata e contraria’.

Per due motivi: uno per la continua erosione della Cultura, non solo dovuta al Covid, perché da tempo era già iniziata, con la complicità anche dell’uso errato del web, dei social e del consumismo, che via via ha impoverito anche il linguaggio. Le parole sono lo strumento essenziale per poter pensare e noi vorremmo con il teatro, restituire un po’ di parole e pensieri per acquisire nuovamente una capacità critica. Il secondo motivo è che ‘In direzione ostinata e contraria’ ci ricorda Faber, il suo impegno, il suo difendere gli esclusi e gli emarginati. Qual è la nostra idea di teatro? Un teatro fatto di originalità, ma nel solco della tradizione, fatto di passione, leggerezza, resistenza e ragionamento.

Quest’ultimo, il ragionamento insieme  alla riflessione possono  guidarci a trovare una direzione in quest’epoca così confusa, che ha smarrito le sue radici e la rotta. C’è una frase che ogni tanto torna a galla: quando un uomo con un ragionamento incontra un uomo con uno slogan, l'uomo con il ragionamento è un uomo morto! Ecco, noi vorremmo che in questa epoca confusa da slogan urlati e inquinata da false notizie, il teatro desse "asilo" a quell'uomo con un ragionamento, facendolo sentire meno solo. Veniamo alla presentazione della prima parte della stagione: sei appuntamenti tra teatro, un invito alla danza con la giovane Compagnia Mptre Project e musica dal vivo. Per le feste di Natale non può mancare l’avaro Scrooge.

Si parte sabato 27 novembre con “Io, Dante e Bonifacio”, ma prima, mercoledì 24 novembre alle 18.30 avremo un incontro importante dedicato ai giovani, “Uno Spritz a teatro!” che diventerà poi un appuntamento ricorrente. Un modello originale per ampliare il pubblico rendendo protagonisti i giovani. Con un buon aperitivo il teatro apre ai giovani, per ascoltare letture tematiche, parlare degli spettacoli in programma, del mestiere dell’attore e non solo. Gli incontri saranno gratuiti e l’aperitivo a consumazione. Il lockdown ci ha costretto ad esser solo individui e Il teatro deve aiutare a ricreare quel senso di comunità smarrito e deve tornare ad essere il cuore pulsante di questa Comunità! Tra novità e riprese, offriremo una variegata gamma di proposte. Novità assoluta: ad ogni spettacolo ci sarà la lotteria dei biglietti, vi aspettiamo!”. 
Per ulteriori informazioni:
347.1103270 – www.iportidellateverina.it