cultura

"Il nuovo progetto di adozione delle luci prevede la realizzazione di un bosco diffuso"

martedì 16 novembre 2021

Se novembre è il nuovo dicembre, il Trasimeno non aspetta il 25 per splendere. Sono 2.559, infatti, le luci pronte a comporre la sagoma dell'Albero di Natale più grande del mondo realizzato sull'acqua del lago umbro, nell'ambito del progetto innovativo, dagli alti contenuti tecnologici e con attenzione alla sostenibilità ambientale, lanciato nel 2019. Dopo un anno di stop forzato imposto dall'emergenza sanitaria, da sabato 4 dicembre 2021 a domenica 9 gennaio 2022 torna a Castiglione del Lago "Luci sul Trasimeno".
 
Nella giornata di domenica 14 novembre è iniziata l’adozione delle luci di quel cuore pulsante, e luminoso, della manifestazione promossa dall'Associazione Eventi Castiglione del Lago che ha polverizzato ogni record di presenze nel territorio, attraverso la promozione di quest'ultimo. In programma, più di un mese di spettacoli, musica, attrazioni, iniziative, mercatini, convegni e tantissime novità con un palinsesto di proposte adatte a tutte le età a tutti i gusti che sarà presentato ufficialmente a fine mese.

  "Accendi anche tu la tua luce e contribuisci a piantare un albero: illumina con noi il tuo Natale" è lo slogan scelto per realizzare un Bosco Diffuso nell'ambito del progetto di adozione delle luci che andranno a comporre il grande albero sull'acqua. Per ogni adozione, versando sempre 20 euro, come la scorsa edizione, il donatore riceverà una pergamena e una pianta di olivo che rappresenta da millenni un simbolo universale di pace, amore, speranza e, al termine di un altro anno particolarmente impegnativo, un segno di rinascita.

Per il territorio e per l’intero Paese. E la prima giornata ha avuto subito un grande successo con oltre 200 luci adottate e altrettanti olivi distribuiti ad ogni famiglia. Nelle prossime domeniche, in Piazza Giuseppe Mazzini, sarà possibile accendere simbolicamente una luce con il nuovo progetto del Bosco Diffuso. La raccolta proseguirà, poi, nei negozi e in uno stand apposito nel periodo di accensione dell'Albero. "Luci sul Trasimeno" guarda, inoltre, alla sostenibilità ambientale.

L'energia usata per tenere acceso l'Albero – appena 12 kwh, come quattro piccoli appartamenti – verrà da fonti rinnovabili certificate. Un esempio unico in Italia. Nel frattempo sono iniziati i lavori in acqua con la posa delle boe che delimitano l’area dove tra pochi giorni verranno piantati i pali. "La nostra – spiega Marco Cecchetti, presidente di Eventi Castiglione del Lago Marco Cecchetti – è un’opera veramente complessa, che presenta difficoltà tecniche non paragonabili con quelle che vengono affrontate per altre realizzazioni natalizie.

Noi mettiamo pali in acqua e tutta la struttura deve sopportare venti e onde, anche molto forti. Una vera sfida ingegneristica con elevata complessità e unica nel suo genere. Per non parlare, poi, della tenuta elettrica e il mantenimento della tensione per un albero di un chilometro di lunghezza". Al Poggio di Castiglione, sotto l'imponente Rocca Medievale, si sta realizzando la prima parte del Percorso del Belvedere che vede l'Albero assoluto protagonista, ma non solo.

I volontari sabato 13 novembre, sfidando la nebbia, hanno iniziato la costruzione del Presepe Monumentale, rivisto e ampliato rispetto a due anni fa, con nuove statue, nuove strutture e originali ambientazioni cariche di suggestione. Il Percorso del Belvedere, dopo la vista dell’Albero, si concluderà con l’ingresso dei visitatori dentro la Rocca dove quest’anno ci saranno spettacoli tutti i giorni, e non solo nel fine settimana come nel 2019, con performance artistiche di alto livello ed ingresso gratuito fino a 12 anni compresi.

Per ulteriori informazioni:
www.lucisultrasimeno.it