cultura

"Homo Faber", passeggiata-spettacolo da Montefiascone al Borgo Fantasma di Celleno

mercoledì 22 settembre 2021

Sotto la direzione artistica di Ilaria Passeri, "Eremo Teatro Celleno" e "Ammappalitalia" in collaborazione con l’Associazione "Teverina in Vita" propongono la seconda edizione di "Homo Faber", un'iniziativa patrocinata da Comune di Celleno, Borgo Fantasma® di Celleno, Comune di Viterbo - Assessorato alla Cultura, Comune di Tarquinia - Assessorato alla Cultura e CNA, Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa di Viterbo e Civitavecchia. 

L'appuntamento è per domenica 26 settembre alle 9 a Montefiacone, davanti alla Basilica di San Flaviano. Da qui l'escursione muoverà verso Via Capobianco, una strada secondaria che si inoltra per le campagne che conducono a Celleno Nuovo e, tramite stradine e sentieri, consente di arrivare al Borgo Fantasma®. Il tempo di percorrenza è 4 ore e 30 minuti circa. L'escursione (difficoltà escursionistica) ha una lunghezza di 15 chilometri con un dislivello prevalentemente in discesa, di circa 350 metri.

I partecipanti dovranno organizzarsi autonomamente per il pranzo (che dovrà essere al sacco) e per il ritorno a Montefiascone. È consigliato di portare almeno un litro d'acqua e cappello per il sole e di indossare abbiglamento e scarpe da escursionismo. "Homo Faber" unisce, infatti, teatro, trekking e artigianato evidenziando il legame organico tra territorio, saperi e arte, vissute come testimonianza attiva di un possibile nuovo e antico approccio alla vita e alle relazioni.

A guidare l'evento itinerante sarà Marco Saverio Loperfido, guida ambientale escursionistica, che firma anche la drammaturgia. La passeggiata-spettacolo consente di apprezzare la bellezza della natura e dei borghi della Tuscia ma anche di far rivivere una dimensione del passato attraverso lo spettacolo teatrale-musicale dedicato all’artista rinascimentale Benvenuto Cellini, con Paco Milea, Antonella Santarsieri e Fabrizio Verzini. Musica di Fabrizio Verzini, costumi di Giuseppe Viti, regia di Ilaria Passeri.

"Una visione del passato - suggeriscono gli organizzatori - che non si limita a rievocarne le atmosfere ma consente di vivere la vita di un tempo conducendoci infine al presente, attraverso la possibilità di assistere alla dimostrazione di costruzione di strumenti musicali in bamboo, legno metallo, terracotta e materiali di riciclo con gli artigiani Cristiana Cuzzi e Alessandro Terzo, durante lo spettacolo".

Per ulteriori informazioni e prenotazioni (obbligatorie): 
339.6914141 - 338.3186679 - 328.8264142
eremoteatrocelleno@gmail.com