cultura

Alla scoperta delle basiliche romaniche di Tuscania. Ma anche del taglio e della distillazione della lavanda

giovedì 22 luglio 2021

Un nuovo e speciale appuntamento unisce arte, natura e tradizione. Lo mette in agenda per sabato 24 luglio la guida turistica e ambientale escursionistica Anna Rita Properzi che guiderà i partecipanti in un’approfondita visita, alla scoperta dei capolavori dell’arte romanica a Tuscania: le due basiliche di San Pietro e Santa Maria Maggiore.
 
La giornata si concluderà sui campi di lavanda per un’esperienza molto interessante: assistere al taglio e alla distillazione della pianta aromatica, che come ogni anno viene tagliata a mano, per estrarne l’olio essenziale mediante procedimenti di distillazione in corrente di vapore dai fiori dopo poche ore dalla raccolta.
 
Si inizia con un viaggio nel tempo attraverso il mondo dei simboli medievali delle splendide chiese, testimonianze del glorioso passato medievale della città. Le possenti mura delle chiese offriranno riparo e frescura con la loro penombra, dal caldo di luglio. Le basiliche rappresentano due capolavori dell’arte romanica a Tuscania che fu un fiorente centro etrusco interno, grazie alla sua posizione su un importante nodo viario. 
 
Il cuore più antico della città si trova proprio sul colle dove sorgono le imponenti basiliche tagliate fuori dall’originaria cinta muraria e dove il tempo si è fermato, conservando intatto il fascino medievale. Il resto dell’abitato è ancora protetto dalle mura ben conservate ed è dominato dai ruderi dell’antico palazzo comunale del Rivellino. Ferita profonda nell’anima della città fu inflitta dal terremoto del 6 febbraio 1971, dopo il quale Tuscania fu accuratamente ricostruita e ritornò agli antichi splendori con un centro storico ed un parco panoramico sulle mura della città che meritano assolutamente una visita.
 
Approfittando del taglio della lavanda la giornata avrà un finale esperienziale, sarà un’occasione interessante per conoscere il processo di estrazione dei principi essenziali della pianta aromatica. La coltivazione è nata più di 15 anni fa grazie ai produttori che hanno avuto l’idea di sperimentarla nel nostro territorio, seguendo la tradizione dei monaci cistercensi.

L'appuntamento è alle 16.30 davanti alla Basilica di Santa Maria Maggiore, da dove inizia la visita guidata protetti dal fresco e dall’ombra delle basiliche; a seguire visita della Basilica di San Pietro. Terminata la visita delle basiliche, si raggiungerà in auto il campo dell’Azienda Agricola Lavanda della Tuscia, vicino a Tuscania. Il costo è di 15 euro, attività gratuita per i bambini fino a 14 anni. Consigliate scarpe comode, abiti leggeri, cappellino, acqua; mascherina e gel sanificante
 
Per ulteriori informazioni e prenotazioni (obbligatorie):
333.4912669 (anche WhatsApp) - annaritaproperzi@gmail.com 
https://annaritaproperzi.it/