cultura

Luca Verdone presenta "Federico Fellini, Danilo Donati...la mia Umbria. Convergenze e divergenze"

giovedì 17 settembre 2020
di Davide Pompei
Luca Verdone presenta "Federico Fellini, Danilo Donati...la mia Umbria. Convergenze e divergenze"

Il copione originale di "Amarcord". E quello, ugualmente autografato, di "Casanova", accanto all'Oscar ai Migliori Costumi che la pellicola si aggiudicò nel 1977, un anno dopo la sua uscita nelle sale cinematografiche. Ma anche i disegni di Federico Fellini e i suoi celebri tovaglioli, bozzetti originali e dipinti inediti degli anni '50 di Danilo Donati. C'è tutto questo e tanto altro materiale al centro della mostra allestita negli spazi del Municipio di Baschi.

Troverà così compimento l’omaggio che la Tower Gallery di Diego Costantini ha voluto rendere al Maestro del cinema italiano nel centenario della nascita raccontando attraverso documenti inediti il suo rapporto con lo scenografo, costumista e scrittore Danilo Donati – nato a Luzzara, in Emilia Romagna, nel 1926 e spentosi a Roma nel 2001 – e l'Umbria. All'inaugurazione, in programma per sabato 26 settembre alle 18 sarà presenta il regista Luca Verdone.

Figlio del critico cinematografico Mario Verdone, e fratello dell'attore e regista Carlo Verdone e della produttrice cinematografica Silvia Verdone, sarà lui ad introdurre la mostra che resterà visitabile fino a domenica 31 ottobre. Per l'occasione sarà proiettato il suo documentario "Magie di Danilo Donati" con intervista inedita. Il progetto è stato lanciato a Venezia, alla Kezuo Art Space, con una serie di foto originali scattate durante la realizzazione di "Fellini Satyricon" del 1969.

Ed è proseguito a Todi negli spazi della Tower Gallery di Diego Costantini e Roberta Giulieni con l’intento di “valorizzare il territorio umbro come luogo prescelto da coloro che hanno fatto la storia del cinema mondiale”. Nel borgo di Acqualoreto, Donati risiedeva. E Fellini era solito venirlo a trovare, magari accompagnato dal grande Nino Rota. Baschi e Todi, dunque, accomunati da "oniriche presenze" che con il loro talento rendono un po' più orgogliosi di vivere qui.

La mostra "Federico Fellini, Danilo Donati...la mia Umbria. Convergenze e divergenze" è corredata da un catalogo che raccoglie i preziosi contributi della giornalista Piera Detassis, per 22 anni alla guida del mensile "Ciak" e presidente dell'Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello, Francesco Moschini, segretario generale dell’Accademia Nazionale di San Luca, il Marchese Duccio K. Marignoli e Michele Drascek, curatore dei progetti della Fondazione Marignoli di Montecorona.

Abbracciano il progetto l’Ente Tuderte di Assistenza e Beneficenza – erede di un'antica Opera Pia fondata nel 1507 allo scopo di amministrare i lasciti a favore dei bisognosi e provvedere alle cure della Fabbrica del Tempio della Consolazione – e poi la Fondazione Marignoli di Montecorona, da sempre sensibile a progetti territoriali, e il Museo dell’Ovo Pinto di Civitella del Lago, che raccoglie migliaia di uova dipinte e scolpite.

Per ulteriori informazioni:
338.6133623 – info@towergallery.it