cultura

"Fili in Trama" più social senza perdere ospiti e qualità

mercoledì 9 settembre 2020
"Fili in Trama" più social senza perdere ospiti e qualità

Collegamenti on line e dirette sui social per esaltare l’arte del ricamo e del merletto. Un maxi schermo in piazza per diffondere i segreti delle scuole sparese in Europa, che per evidenti motivi sanitari dovranno disertare il festival. Proiezioni e filmati per consentire al pubblico di partecipare in sicurezza senza che debba essere ridotta la qualità delle proposte. Sono queste alcune delle anticipazioni, con il programma in via di definizione, di "Fili in Trama 2020", la Mostra Internazionale del Merletto e del Ricamo che, da venerdì 18 a domenica 20 settembre, porterà ancora una volta Panicale alla ribalta nazionale ed internazionale.

Un’edizione innovativa nel format, a causa dei rigidi protocolli inerenti la prevenzione al Covid-19 che verranno attuati in maniera scruopolosa, ma altrettanto interessante e capace di esaltare ancora di più attraverso i social e opportune soluzioni informatiche le caratteristiche di un’arte, quella appunto del ricamo, che sembra intramontabile nonostante i tempi moderni. Non mancheranno tuttavia ospiti e performance:  dalla presenza di Chiara Vigo, l’ultimo maestro di bisso marino, un filamento che si ricava dal mullusco Pinna Nobilis in via di estinzione, a quella del maestro Maurizio Mastrini che torna a suonare nella sua città natale dopo 30 anni dedicandole un recital pianistico; dall’immancabile mostra mercato con focus specifico sulle scuole di riferimento dell’Ars Panicalensis, a concerti, incontri e gli spettacoli del Pan Opera Festival, organizzato dall’Associazione TèathronMusikè.

Il Gal Trasimeno-Orvietano, che organizza da sempre la kermesse, è dunque pronto ancora a stupire per quanto concerne la quantità e la qualità delle proposte che verranno offerte ad espositori e visitatori. E mentre il conto alla rovescia per l’VIII edizione è già iniziato, gli allestimenti e le location nei caratteristici locali tra i vicoli del borgo sono praticamente stati messi tutti a puntino grazie alla disponibilità dei proprietari dei locali messi a disposizione degli espositori. Un grande sforzo organizzativo per dare continuità a un evento tra i più attesi del settore a livello nazionale e per contribuire al rilancio delll’economia e del turismo di un comprensorio come quello lacustre, particolarmente colpito dall’emergenza degli ultimi mesi. "Fili in Trama 2020" verrà ufficialmente presentato martedì 15 settembre alla presenza delle autorità, in attesa del successivo weekend che ha già catalizzato l’attenzione di addetti ai lavori e appassionati di quei lavori che solo mani sapienti sanno realizzare.