cultura

Debutta "Teatro Comunità Umbria Fest". Tra gli ospiti, anche Roberto Piumini

venerdì 7 agosto 2020
di Davide Pompei
Debutta "Teatro Comunità Umbria Fest". Tra gli ospiti, anche Roberto Piumini

Racconti, romanzi, raccolte, poemi. Poesia e prosa, su illustrazioni e fotografie. Molti libri per bambini e ragazzi. Alcuni anche per adulti. Tradotti in una ventina di lingue, pubblicati da più di trenta editori. Testi che hanno avuto sviluppi in mostre di lettura, elaborazioni teatrali o filmiche, pubblicazioni dell'esperienza. Leggero come il suo cognome, Roberto Piumini è scrittore prolifico, abituato ad incontrare scuole, biblioteche, centri culturali.

In ogni regione d'Italia, in ogni Stato extra-europeo. Alternando laboratori di scrittura poetica ai testi di programmi cult per l'infanzia come "L'Albero Azzurro". Facile capire, insomma, perché è uno delle personalità più attese della prima edizione di "Teatro Comunità Umbria Fest", a Marsciano, da lunedì 17 a giovedì 20 agosto, organizzato dal Teatro Laboratorio "Isola di Confine" di Valerio Apice e Giulia Castellani con il patrocinio del Comune.

Tra performance, narrazioni e laboratori, il festival proporrà una serie di iniziative dedicate al teatro che si rivolgono a diverse fasce di pubblico, con particolare attenzione alle giovani generazioni. Per il finanziamento, "Isola di Confine" si è avvalso di parte delle risorse ricevute a sostegno delle sue attività dal Fondo Emergenza Covid 2020 Spettacolo del Ministero dei Beni e della Attività Culturali e del Turismo e dal Fondo Sostegno Cultura dell'Unione Buddhista Italiana.



Location degli appuntamenti, lo spazio all’aperto dei Giardini della Scuola Elementare IV Novembre, nel centro di Marsciano. Accanto ad uno dei principali autori della letteratura per ragazzi del panorama contemporaneo, anche Lino Musella, Premio Ubu come Miglior Attore nel 2019 che presenterà trenta sonetti di Shakespeare tradotti in napoletano e Mario Barzaghi, regista, attore, danzatore di Teatro Kathakali che presenterà lo spettacolo "Sancio Panza e Non Chisciotte".

Sono previste attività laboratoriali dedicate alle arti performative, che coinvolgeranno i giovani allievi di "Isola di Confine", bambini e ragazzi del territorio. E poi iniziative specifiche per insegnanti ed educatori sociali con eventi tra teatro e letteratura e un incontro con la docente e pedagogista Maria D’Ambrosio. Verrà, inoltre, proiettato il documentario "So-stare nell’infanzia" con Giuliano Scabia, Marco Martinelli, Bruno Tognolini.

Un progetto, quest'ultimo, nato con le storie di "Buonanotte Nicolino" e sostenuto dalla Zona Sociale n. 4 della Media Valle del Tevere. Al festival prenderanno parte associazioni, artisti e gruppi provenienti da tutta Italia tra cui "Il Villaggio Mauro Faina” di Collelungo, "Umbria Dance School", il burattinaio Pino Potenza e "L’Asola di Govi", il Teatro di Figura Tieffeu, Opera Bianco, Agave Teatro.

"Sarà uno straordinario momento per incontrarsi" afferma il vicesindaco con delega alla cultura, Andrea Pilati, ringraziando gli organizzatori per il lavoro svolto. "Un contributo – aggiunge – che, attraverso il teatro, possiamo dare alla ripartenza dopo la fase più critica dell’emergenza. Il festival si svolgerà nel rispetto delle linee guida ministeriali per gli spettacoli dal vivo e in base ai protocolli di sicurezza anti-contagio".

Per ulteriori informazioni e prenotazioni:
388.1717778 - 349.7215545 – info@isoladiconfine.it
www.isoladiconfine.it