cronaca

Ancora furti sul territorio, nuovo appello del sindaco Mele per potenziare l'organico delle Forze dell'Ordine

lunedì 14 marzo 2022

Agli ennesimi furti che, nella sera di domenica 13 marzo, hanno interessato il territorio comunale di Marsciano, nella fattispecie la frazione di Papiano, ha purtroppo fatto seguito anche un malore fatale che ha colpito una donna residente in una delle abitazioni visitate dai ladri nel momento in cui, rientrando in casa, si è accorta dell’accaduto. Alla famiglia va il profondo cordoglio e la vicinanza di tutta l'Amministrazione Comunale.

"Per questo come per gli altri episodi di criminalità che interessano il territorio – afferma il sindaco, Francesca Mele – siamo in costante contatto con le Forze dell'Ordine che operano a Marsciano e con le autorità, a partire dal Comando Regionale dei Carabinieri e dalla Prefettura, con cui prosegue il lavoro legato alla realizzazione della nuova Caserma e all’implementazione del numero di Carabinieri presenti sul territorio.

Proprio il rafforzamento dell’organico, insieme al progetto di videosorveglianza, è l’intervento prioritario da attuare e quello che, traducendosi in un potenziamento del controllo del territorio, avrebbe un impatto maggiore in termini di sicurezza. L’attuale organico effettivo di Forze dell’Ordine è assolutamente insufficiente per un comune che, per la sua estensione e per la presenza di numerose frazioni e nuclei abitati sparsi, è già di suo ben difficile da controllare.

Su questo torno quindi a fare un appello alle autorità preposte affinché prendano atto della situazione critica che come comunità stiamo vivendo a causa dei continui furti che interessano indistintamente tutto il nostro territorio e provvedano stabilmente a quel rafforzamento di organico non più procrastinabile. Si tratta di un segnale di attenzione che lo Stato deve assolutamente dare per sostenere il lavoro di contrasto alla criminalità che i Carabinieri della Caserma di Marsciano stanno svolgendo con competenza e abnegazione pur in mancanza di un numero adeguato di risorse umane”.