cronaca

Continui blackout. Grassotti: "Urgono risposte e impegni chiari da chi di dovere"

lunedì 4 gennaio 2021
Continui blackout. Grassotti: "Urgono risposte e impegni chiari da chi di dovere"

Continuano i blackout elettrici nel territorio comunale di Vitorchiano e il sindaco Ruggero Grassotti torna a sollecitare Enel Distribuzione per chiarimenti su questi inconvenienti che stanno condizionando la vita quotidiana dei cittadini.

"Nelle ultime settimane - afferma Grassotti - in varie zone del nostro Comune si sono verificate continue e improvvise interruzioni di energia elettrica. Come è facilmente comprensibile, la situazione sta creando numerosi disagi, a partire dalla mancanza di acqua calda e di riscaldamento nelle abitazioni in periodo invernale. Inoltre, tali blackout spesso compromettono la funzionalità di apparecchiature elettriche, che subiscono danni a causa degli inevitabili sbalzi di corrente che succedono in questi casi".

Nei giorni scorsi il sindaco di Vitorchiano aveva già avuto dei colloqui con responsabili di Enel Distribuzione. "Ero stato rassicurato su determinati interventi - prosegue - che avrebbero reso più efficienti alcune linee elettriche che interessano il nostro territorio. Mi auguravo un miglioramento, invece dalle segnalazioni che ricevo la situazione è peggiorata. A questo punto, mi domando se chi di dovere stia facendo tutto il possibile oppure si stia affrontando il problema con leggerezza, senza tenere conto delle esigenze dei cittadini vitorchianesi che, oltre ai disagi generali del momento che stiamo vivendo, sono costretti a trascorrere le festività natalizie con l'ansia della possibile mancanza di corrente".

"Urge un chiarimento - conclude Grassotti - su quali siano i reali problemi della rete elettrica a Vitorchiano, dove vivono migliaia di persone. Cosa si sta facendo per i guasti che ripetutamente interessano il nostro Comune? Chi sono i responsabili degli interventi che vengono attivati? Vogliamo delle risposte da parte di Enel Distribuzione, non più telefonate rassicuratrici ma impegni chiari da parte di chi deve garantire la fornitura di energia elettrica in modo continuativo e non a singhiozzo".