cronaca

Covid-19, in 48 ore 2 contagi e 5 guarigioni a Castel Viscardo

sabato 14 novembre 2020
Covid-19, in 48 ore 2 contagi e 5 guarigioni a Castel Viscardo

L'Amministrazione Comunale di Castel Viscardo ha appreso dalla consultazione dell’Area Cluod messa a disposizione dal COR della Regione Umbria che nelle ultime 48 ore due cittadini residenti sul proprio territorio sono risultati positivi al tampone per Covid-19, pertanto il Servizio di Igiene e Prevenzione del Distretto Sanitario dell'Usl Umbria2 ha attivato l’isolamento contumaciale presso il proprio domicilio.

"Ai nostri concittadini, che risultano lievemente sintomatici o paucisintomatici e che sono stati già presi in carico dai medici delle USCA del Distretto Sanitario di Orvieto - affermano dall'Amministrazione Comunale - vanno gli auguri di pronta guarigione. Il Servizio di Igiene e Prevenzione del Distretto di Orvieto che sta costantemente monitorando la situazione, ha avviato, come di consueto, l’indagine epidemiologica per isolare in quarantena fiduciaria i contatti dei casi positivi".

L'Amministrazione Comunale di Castel Viscardo ha appreso anche la buona notizia della guarigione di cinque cittadini che si trovavano in isolamento presso il proprio domicilio, per i quali il Servizio di Igiene e Prevenzione del Distretto Sanitario della Usl Umbria 2 ha già disposto le revoche delle contumacie. Attualmente sono, quindi, 12 i casi positivi, di residenti o domiciliati, presenti sul territorio comunale di Castel Viscardo, mentre un cittadino si trova ricoverato all’Ospedale di Branca.

Si raccomanda a tutta la cittadinanza, vista la situazione dei contagi, sia in ambito comunale che regionale, la massima cautela e la rigorosa osservanza di tutte le normative messe in campo per contenere l’epidemia. Occorre osservare scrupolosamente le consuete norme di sicurezza per la prevenzione dall'infezione da Covid-19 quali, ad esempio, lavarsi spesso le mani, evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute, evitare abbracci e strette di mano, mantenimento, nei contatti sociali e della distanza interpersonale di almeno un metro, non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani.