cronaca

Coronavirus, positiva una 45enne di Castel Viscardo di ritorno dalla Sardegna

mercoledì 2 settembre 2020
Coronavirus, positiva una 45enne di Castel Viscardo di ritorno dalla Sardegna

Il Comune di Castel Viscardo è stato appena avvisato dalla Usl Umbria 2 che un residente nel territorio comunale, di ritorno dalla Sardegna, è risultato positivo al tampone per Covid-19. "Il nostro concittadino - riferiscono dal Comune - era già stato posto in isolamento fiduciario dal Servizio di Igiene e Prevenzione del Distretto di Orvieto e non ha avuto contatti diretti con residenti nel territorio, presenta lievi sintomi di tipo influenzale e verrà preso in carico dalle USCA del Distretto.

Al nostro concittadino vanno gli auguri di pronta guarigione e a tutta la cittadinanza si raccomanda di osservare scrupolosamente le consuete norme di sicurezza per la prevenzione dall'infezione da Covid-19 quali, ad esempio, lavarsi spesso le mani, evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute, evitare abbracci e strette di mano, mantenimento, nei contatti sociali e della distanza interpersonale di almeno un metro, non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani".

Tutte le misure per proteggersi possono essere consultate sul sito del Ministero della Salute. Il Comune continuerà a dare aggiornamenti sull’evoluzione del contagio su tutto il territorio comunale in base alle comunicazioni ufficiali che vengono fornite dalla Usl Umbria 2.

Di seguito la comunicazione dell'Usl Umbria 2:

Una donna di 45 anni residente nel comune di Castel Viscardo è risultata positiva al Covid-19. Rientrata nei giorni scorsi dalle vacanze in Sardegna, ha eseguito lunedì 31 agosto il tampone rinofaringeo in modalità 'pit stop' nella postazione sanitaria della Usl Umbria 2 predisposta presso la sede della Protezione Civile di Orvieto. Dal suo rientro in Umbria la donna, in isolamento fiduciario, non è entrata in contatto con alcun soggetto se si esclude il compagno, risultato comunque negativo ai controlli. La 45enne si trova ora in isolamento contumaciale, presenta sintomi lievi ed è costantemente monitorata dal medico curante, il dottor Mauro Urbani, e dai professionisti dell'Usca Usl Umbria 2 di Orvieto.