cronaca

Ironia amara in Via della Cava. Nella città senza mare, è subito "Cava Beach"

mercoledì 15 luglio 2020
Ironia amara in Via della Cava. Nella città senza mare, è subito "Cava Beach"

Con la proverbiale ironia che, da sempre, contraddistingue i suoi membri, l'Associazione Culturale "La Cava e i Cavajoli" ironizza sulla situazione in cui, ad oggi, versa Via della Cava, cuore del Quartiere Medievale, utilizzata come strada d'uscita dal centro storico. Stavolta, però, i problemi non riguardano l'eccessivo transito di mezzi, né il discutibile posizionamento della segnaletica turistica, quanto piuttosto il protrarsi dei lavori in corso che, ad oggi, vedono una distesa di sabbia di fronte alla Chiesa della Madonna della Cava. Transenna, cartello, paletta e racchette...e nella città "senza mare", è subito "Cava Beach".

Questo il post ironico comparso sul profilo Facebook dell'Associazione:

"Ci avete fatto stare svegli una intera nottata per i lavori urgenti.
Ci avete garantito che avreste ripristinato tutto nel corso di alcune ore.
Ci avete fatto fare numerose segnalazioni in queste due ultime settimane, tutte rimaste senza esito...
e non avevamo capito che
CI AVEVATE REGALATO UNA SPIAGGIA!!! #pijiamolaaride #grazieenel #grazieedistribuzione".

Questo, invece, quello pubblicato giovedì 16 luglio per aggiornare rispetto all'evoluzione dei lavori:

"Grazie all'interessamento dell'assessore Luciani e degli uffici comunali, stanno selciando Cava Beach. Tutti coloro che, anche grazie agli articoli giornalistici di questi giorni, avevano prenotato sdraio e ombrelloni per il prossimo fine settimana saranno fatti accomodare sul sagrato della vicina chiesa e nel cellajo dell'associazione (che è anche più fresco) sempre nel rispetto del distanziamento interpersonale".