sport

L'Orvietana vuole la finale di Coppa, capolista permettendo. Si gioca alle 18

martedì 8 ottobre 2019
di Roberto Pace
L'Orvietana vuole la finale di Coppa, capolista permettendo. Si gioca alle 18

Non è Champions e neppure Europa League, ma anche l’Eccellenza ha il suo mercoledì di Coppa. L’Orvietana è in corsa, avendo raggiunto le semifinali e domani ospita la squadra rivelazione di quest’anno. La Coppa Italia è una manifestazione importante, poiché, l’eventuale successo regionale, aprirebbe un pertugio verso la serie D. Guai, a ogni buon conto, mettere il carro davanti ai buoi, perché la Tiferno Lerchi, matricola di lusso, si trova in testa alla classifica di campionato e domenica scorsa, segnando tre gol nello spazio di sei minuti, ha vinto il derby con il Lama.

C’è, quindi, la possibilità di vedere all’opera l’undici in questo periodo più in forma, che, nella partita d’andata, ha sconfitto i biancorossi per due reti a una. Un risultato non impossibile da rimontare, sempre che l’impegno e anche la fortuna siano pari all’importanza dell’avvenimento. Fiorucci ha già dichiarato che il passaggio alla finale, l’obiettivo, trasferendo il messaggio a tutti i giocatori. La caratura dell’antagonista stimola e c’è da scommettere su una bella prova di carattere dei giocatori dell’Orvietana.

C’è da fare i conti, però, con i problemi che affliggono un buon numero di centrocampisti. Colangelo e Cotigni sono usciti malconci dalla partita con lo Spoleto, Marchi ha un piccolo risentimento muscolare, Dida è al rientro nel gruppo, ma è difficile il suo impiego a tempo pieno. Fiorucci, versione prestigiatore, dovrà inventarsi qualcosa d’importante. Fischio d’inizio alle ore 18.00. Dirigerà Giulio Nicchi di Gubbio, utilizzato due volte in Eccellenza nell’attuale stagione. Giuseppe Di Grazia e Andrea Bizzarri gli assistenti, entrambi dalla sezione di Perugia.

Commenta su Facebook