CORPUS DOMINI
sport

Al lavoro in vista del ventennale della Staffetta Praga-Bolsena-Orvieto

lunedì 8 luglio 2019
Al lavoro in vista del ventennale della Staffetta Praga-Bolsena-Orvieto

Nel 2020 ricorrerà il ventennale della Staffetta Praga–Bolsena–Orvieto. Era il 2000, infatti, quando su impulso di don Italo Mattia e monsignor Decio Lucio Grandoni prendeva vita questa esperienza, ripetutasi inizialmente ogni tre anni, che in concomitanza con la celebrazione del Corpus Domini vede ogni volta un gruppo di atleti ripercorrere l'itinerario del sacerdote boemo Pietro, legando sport, cultura e tradizione e rinnovando i rapporti di gemellaggio fra le tre città simbolicamente unite dal Miracolo Eucaristico.

Una ricorrenza che offre alla città del Duomo il pretesto per ridare lustro ad una manifestazione organizzata da Comune e Diocesi in collaborazione con l’Arcidiocesi di Praga, Caritas Praga, Sportify S.r.o., l’associazione sportiva Libertas Orvieto e, su tutto, il Comitato Staffetta Praga-Bolsena-Orvieto guidato da Ennio Colombini. In questi giorni si è svolto un primo incontro con i rappresentanti della nuova Amministrazione Comunale e sembra esserci la disponibilità a valutare le idee, così da poterle sviluppare anche all'interno di un progetto europeo di più ampio respiro.

Obiettivi a lungo termine che, fin da ora, richiedono l'impegno di tutti. Il significato resta quello non tanto della gara sportiva tra atleti di nazionalità diversa, quanto del trasporto simbolico di una fiaccola religiosa tra comunità legate dalla storia. Sul fronte pratico vanno, però, coperti gli aspetti assicurativi, logistici e organizzativi di chi partecipa. Dai rappresentanti istituzionali di Praga continua ad essere manifestato interesse. Ad Orvieto, il compito di cogliere questa opportunità per riappropriarsi della storia e farne motivo di reciproco scambio culturale, ma anche turistico-commerciale.

Commenta su Facebook