sport

La Zambelli Orvieto giocherà la finale a viso aperto, parola di coach Matteo Solforati

giovedì 9 maggio 2019
La Zambelli Orvieto giocherà la finale a viso aperto, parola di coach Matteo Solforati

Sta per giungere al termine il campionato di serie A2 femminile. Entro la prossima settimana si conoscerà il nome della seconda squadra che sarà promossa e la Zambelli Orvietocontinua a sognare ad occhi aperti. Le tigri gialloverdi sono chiamate ad un’altra impresa, nella finale dei play-off promozione sono ancora sfavorite dal ranking e non hanno dalla loro il fattore campo, ma hanno la convinzione che giunti a questo punto si possono giocare le loro carte. Contro Caserta le della Rupe dovranno superarsi ancora perché giocheranno tutte le partite lontano da casa, come ormai noto, infatti, per la sfida interna di gara-due saranno costrette ad emigrare a Viterbo.

Guarda nel frattempo al proprio interno l’allenatore Matteo Solforati: «Da parte mia c’è tanta soddisfazione per aver raggiunto un risultato incredibile al termine di un percorso in cui abbiamo dovuto superare anche momenti di difficoltà come del resto era lecito aspettarsi visto che era una squadra completamente rinnovata e giovane e quindi da plasmare e in cui andavano creati i giusti automatismi e soprattutto andava costruito un gioco in grado di mettere tutte nelle migliori condizioni di potersi esprimere.

Ora siamo una squadra che ha una sua identità, che sa come affrontare le partite, consapevole sia dei propri difetti sia dei punti di forza, che è maturata tanto dal punto di vista psicologico acquisendo una solidità indipendente dal risultato e che grazie a tutto questo ha raggiunto una storica finale play-off che spero ripaghi del grandissimo lavoro e degli sforzi che il presidente e la società compiono quotidianamente per cercare di fare in modo che le cose vengano fatte nella miglior maniera possibile».

Domenica 12 maggio l’esordio delle orvietane in terra campana, mercoledì 15 maggio alle 20.30 la partita al Pala-Malè di Viterbo, eventuale gara di spareggio domenica 19 maggio ancora a Caserta, questo il programma di fine stagione.

«Arrivati qui adesso ci aspetta un ostacolo molto duro, lo affronteremo con la serenità e la consapevolezza di chi sa di aver già fatto qualcosa di importante. Giocheremo tutte le nostre carte a disposizione senza aver nulla da perdere contro un’avversaria costruita per i piani altissimi della classifica. Le casertane hanno incontrato qualche problema nella prima fase del campionato per poi venire fuori alla grande nella seconda parte della pool promozione e nei play-off ed abbinano alle qualità tecniche e fisiche anche una grandissima esperienza ed abitudine a questo tipo di partite in gran parte delle giocatrici. Non per questo partiamo sconfitti, ma come detto cercheremo di vendere cara la pelle e sovvertire nuovamente il pronostico».

Fonte: Ufficio Stampa Zambelli Orvieto - Foto: Maurizio Lollini

 

Commenta su Facebook

Accadeva il 26 maggio

L'Alta Tuscia riscopre i gioielli. Invito a Civita, Palazzo Monaldeschi e la Serpara

Due ori e tre bronzi per la Scuola Keikenkai al 2° Campionato Europeo di Karate Iku

Staffetta dei Quartieri. All'ombra del Duomo si corre la 51esima edizione

La Zambelli Orvieto si ferma sul più bello col Casal De' Pazzi

"Focus on pain" a Palazzo Alemanni. Seconda edizione per il congresso medico

Piazza del Popolo, parcheggi a disco orario non più a pagamento

"L'Eucarestia nell'arte cristiana". Conferenza Rotary in Duomo

Corso da tecnico audio e corso di informatica musicale al "Tuscia in Jazz 2016"

Alla Galleria Falzacappa Benci di passaggio i pellegrini di Giorgio Pulselli

A Guardea ed Alviano le musiche di Piovani e Morricone per il Concerto di Primavera

"Basta un Sì per cambiare l'Italia". Incontro a Sferracavallo con Luca Castelli

La Kansas State University sempre più presente sul territorio orvietano

Legambiente denuncia gravi profili di illegittimità del calendario venatorio

Il Coro degli Alpini dei Monti Lessini in concerto

Filippo Orsini relaziona su "Bartolomeo d'Alviano, Todi e l'Umbria tra XV e XVI secolo"

"Una buona stagione per l'Italia. Idee e proposte per la ricostruzione del Paese e dell'Europa"

Alla scuola Frezzolini di Sferracavallo s'inaugura la biblioteca "Sheradzade"

Nasce l'Albo sostenitori "Orvieto Cittaslow". Ecco da chi è composta la commissione

Divieto di pesca per consumo alimentare sul Paglia, scatta l'ordinanza del sindaco

"Etruschi 3D". Presentata la mostra multimediale curata dall'Associazione Historia

Che cos'è "Etruschi 3D"