sport

Al Muzi la posta è altissima: in ballo salvezza e promozione. E Fatone risponde alle critiche

sabato 21 aprile 2018
di Roberto Pace
Al Muzi la posta è altissima: in ballo salvezza e promozione. E Fatone risponde alle critiche

Al Muzi, domenica 22 aprile, ci sarà il Bastia capolista e la giornata biancorossa. Due ottimi motivi per mancare l’appuntamento, perché la prima in classifica esprime, normalmente, la migliore qualità del gioco, la giornata biancorossa rappresenta il momento per dimostrare l’affezione ai colori biancorossi. Va rilevato, però, che la seconda scelta, quella della festa dell’Orvietana, appare soggetta a qualche piccola censura. Perché la posta in palio, nei novanta minuti è tanto, troppo importante per le due formazioni e l’esito finale produrrà certamente stati d’animo completamente opposti.

Insomma, festeggiare in due sarà difficilmente possibile a meno di combinazioni favorevoli provenienti da altri campi. In ogni modo, un po’ di suspense non guasta e, magari, contribuirà positivamente al successo dell’ultimo pomeriggio dell’Orvietana in casa. Riccardo Fatone, ascoltato in giornata, è pronto a giocarsela, convinto che la sua squadra possieda le carte per uscire dal campo con un sorriso. Il tecnico, approfitta dell’occasione per rispondere alle critiche in merito alle mancate sostituzioni nella partita persa con il Ponte Valleceppi:

“In realtà – afferma –avevo a disposizione soltanto due giocatori, Spatoloni e Moneti, mentre Nuccioni e Frellicca erano sì in panchina, ma solo per un supporto morale ai compagni. Non ho utilizzato Spatoloni in quanto, non essendo un ambidestro, col suo ingresso sarei stato costretto a rivoluzionare il pacchetto arretrato e la qualcosa non avrebbe migliorato la situazione. Moneti, effettivamente, avrebbe potuto dare qualcosa, ma, in quel momento ho preferito insistere sui tre attaccanti titolari.

E questa è stata una scelta mia, che, però, non ha pagato”. Una risposta onesta, data da una persona seria quale si è sempre dimostrata l’allenatore biancorosso, che dice la sua anche in merito alle voci secondo le quali, nella prossima stagione, andrà ad occupare la panchina di una squadra laziale: “Guarda Roberto, ci conosciamo da tanto tempo e sai benissimo come la penso. Non ho mai fatto accordi prima di chiudere un rapporto e sono abituato a programmare a breve termine.

Adesso, per esempio, penso soltanto alla partita con il Bastia senza considerare minimamente l’ultimo appuntamento con la Trasimeno. Non ho preso decisioni e non farò alcun accordo prima di portare a termine, spero positivamente, il mio impegno con l’Orvietana”. Fatta chiarezza, nella formazione che affronterà il Bastia ci sarà Nuccioni e Frellicca potrebbe essere disponibile per un breve par time: “E stavolta cambierò molto – conclude sorridente”. Il big match sarà diretto da Leonardo Leorsini di Terni, che si avvarrà della collaborazione di Luca Vinti e Jacopo Goretti, entrambi di Perugia.

Commenta su Facebook