sport

Mille Miglia a Orvieto, -93 al passaggio della "corsa più bella del mondo"

lunedì 12 febbraio 2018
di Roberto Pace
Mille Miglia a Orvieto, -93 al passaggio della "corsa più bella del mondo"

Mercedes Ala Gabbiano 1955

Con i piloti orvietani ancora concentrati nella preparazione delle macchine per le gare 2018 e la data della Castellana troppo lontana perché scaldi gli appassionati, tutte le attenzioni si rivolgono al più grande spettacolo viaggiante motoristico del mondo: la Mille Miglia. Toccherà Orvieto giovedì 17 maggio e interesserà, in particolare, il centro storico. 380 gioielli, cui vanno aggiunte un centinaio di Ferrari moderne partecipanti al Ferrari Tribute e una quarantina di Mercedes, confluiranno in città nel pomeriggio, dalle ore 15.00 circa. E iniziano a circolare le prime indiscrezioni sul percorso di transito cittadino, in attesa dell’ufficializzazione da parte dell’organizzazione.

Provenendo dalla Sala, le macchine transiteranno da Sferracavallo per poi confluire in Viale Giosuè Carducci, meglio conosciuto quale Confaloniera per una sosta in attesa del controllo orario fissato in Piazza del Popolo. Da qui, passando per vicolo S. Leonardo, obbligati ad una manovra piuttosto articolata s’immetteranno su Corso Cavour, fino alla Torre del Moro, per poi raggiungere il Duomo, attraverso la via omonima. Il tempo per uno sguardo alla facciata e giù, lungo via Postierla e da qui proseguire verso la statale Amerina. Un impatto di spessore con Orvieto, per piloti e seguito provenienti dai cinque continenti, degno della massima dedizione da parte dei singoli cittadini e degli operatori commerciali.

Ferrari 315 s 1957

Oramai consolidata quale rievocazione storica della gara di velocità che infiammò la passione degli italiani per un trentennio (1927 – 1957), la Mille Miglia conserva, intatto un fascino inarrivabile. E’ cambiata nella forma, da unico tappone, tutto a manetta, per oltre 1600 km con partenza e ritorno a Brescia e la Capitale punto più a sud, a quattro tappe, come quest’anno e l’obbligo di non superare la media di 50 Km/h. Ma si potranno ammirare da vicino, macchine custodite nei musei più prestigiosi e riportate, solo per l’occasione, sui percorsi che le videro trionfare. Sono ammesse solo vetture prodotte tra il 1927 e il 1957, con rare eccezioni previste dal regolamento. Alla Mille Miglia velocistica presero parte i più grandi piloti dell’epoca.

Campari, Nuvolari, Caracciola, Borzacchini, Varzi, Biondetti, Pintacuda, Marzotto, Villoresi, Bracco, Ascari, Moss, Castellotti, Taruffi, figurano tra i nomi più celebri ad avere iscritto, per una o più volte, il loro nome nell’albo d’oro della classica. La prima macchina ad imporsi, nel 1927, fu l’italianissima OM 665 SPORT, con alla guida Minoja e Morandi, che impiegò 21 h 04'48" per percorrere gli oltre 1600 Km ad una media di 77,238 Km/h. L’ultima edizione, quella del 1957, fu vinta dall’ing. romano Piero Taruffi e dalla sua FERRARI 315 S 12 cilindri. Il tempo totale fu di 10h 27'47", la media 152,63 Km/h. Ma, la performance migliore, su strade normalissime a due corsie e senza tappetino come in tutte le edizioni rimane della coppia Moss – Jenkinson, con la famosa MERCEDES-BENZ 300 SLR 8 cilindri, soprannominata “ala di Gabbiano” per il modello d’apertura delle portiere, pazzesca nel tornare a Brescia in 10h 07'48" alla media di 157,65 Km/h. Si provi solo a immaginare….

Commenta su Facebook

Accadeva il 15 novembre

Il disco dei Cherries alza il sipario sulla nuova stagione del Teatro Santa Cristina

Il Vetrya Corporate Campus si amplia. Nuove aree e servizi aperti alla comunità

"Stop discarica". Assemblea pubblica al Centro Anziani di Ciconia

Il Comitato Civico per il Diritto alla Salute-Art.32 chiede un'adeguata risposta sanitaria

La rosa, le spine

Motore in avaria, aereo rientra in aeroporto: paura per famiglia orvietana

Ramona Aricò ci crede ed incoraggia la Zambelli Orvieto

"Gli Etruschi parlano". Presentato a Paestum il progetto in realtà aumentata

Non applicazione della quota variabile della Tari alle pertinenze

"Le città del futuro", anche Vitorchiano a Montecitorio

A "Cuochi d'Italia", Valentina Santanicchio si aggiudica la vittoria sul Veneto

Danza e teatro, al Boni "Tempesta" e "La Giara. Un meraviglioso regalo"

A Villa Umbra, gli stati generali su scuola e sistema di istruzione e formazione professionale

Accattonaggio molesto, CasaPound avvia una raccolta di firme

Accesso ai bandi europei, si rafforza la collaborazione tra scuola ed Anci Umbria

"Legalità, mi piace". Oltre 300 studenti delle superiori partecipano all'evento di Confcommercio

False "Catene di Sant'Antonio" di WhatsApp. L'appello di Polizia Postale e Sportello dei Diritti

Il questore di Terni in visita al Comune di San Venanzo

Il Comune stanzia 116.000 euro per asfaltature e installa pannelli luminosi con limiti a 50 km/h

Lotta al tumore al pancreas, il Comune s'illumina di viola

Via ai lavori di pavimentazione sulla strada statale 205 "Amerina"

Civita di Bagnoregio e Gubbio, due casi di studio per Orvieto

Weekend intenso per l'Orvieto FC. Esordio in campionato per i Giovanissimi

Giornata dei Diritti dell'Infanzia, l'artista Salvatore Ravo realizza un murale per la Festa dell'Albero

Nuova ondata di furti, impegno congiunto tra istituzioni e carabinieri

Alessandro Carlini presenta "Partigiano in camicia nera. La storia vera di Uber Pulga"

Due giorni di appuntamenti per la sesta edizione per "Olio diVino"

La "Festa dell'Olio" di Montecchio compie 42 anni

A 12 anni dalla scomparsa, Orvieto ricorda Padre Chiti. Il programma delle celebrazioni

Dal Bianconi al Rivellino, piovono spettacoli nella Tuscia dei teatri

Le ragioni del No. Incontri a Orvieto, Acquapendente e Castel Giorgio

La Fondazione per il Csco è di nuovo accreditata quale agenzia formativa presso la Regione

Al Teatro dei Calanchi è di scena "Abdullino va alla guerra"

Bandiera verde a "Il Secondo Altopiano", qualità e impegno quotidiano per l'agricoltura naturale

Alessandro Benvenuti torna al Boni da protagonista con lo spettacolo "Chi è di scena"

Approvata la convenzione per istituire l'Ufficio speciale ricostruzione post sisma 2016

La Scuola dell'Infanzia di Pantalla dedica un'aula alla "maestra Barbara"

Le eccellenze dell'Umbria in vetrina alla Borsa internazionale del turismo enogastronomico

Iniziati i lavori alla scuola di Giove, 205 studenti trasferiti a Guardea e Penna in Teverina

Psr 2014-2020, operativi i cinque Gal dell'Umbria, a disposizione 32 milioni di euro per sviluppo locale

XXXIV Trofeo delle Regioni, convocati otto nuotatori della Uisp Orvieto Medio Tevere

Geotermia, chiesto un incontro al Mise. Nevi: "L'Umbria non ha bisogno di rinvii"

Geotermia, il centrosinistra si spacca. Fiorini: "Giunta e seguaci hanno già deciso"

Scuola, approvato il Piano provinciale offerta formativa e programmazione 2017-2018

Undicesima seduta del 2016 per il consiglio comunale. In 23 punti l'ordine del giorno

A Ficulle torna "Olio diVino". Due giorni di degustazioni, musica e convegni

Gestione dei rifiuti, Rotella (Porano Bene Comune) interroga l'amministrazione

Geotermia al Bagnolo. Ambientalisti cauti: "C'è poco da esultare"

Cambio al vertice della Cro. Comitato risparmiatori: "Disponibili al confronto"