sport

Orvietana ancora in emergenza attende il San Sisto

venerdì 19 gennaio 2018
di Roberto Pace
Orvietana ancora in emergenza attende il San Sisto

Oramai è ufficiale, il fidanzamento dell’Orvietana con la sfiga. Resta d’augurarsi si tratti di una cottarella passeggera, del tipo che accompagna gli anni della gioventù. Se, a Massa Martana, non era stato semplice mettere insieme un undici competitivo, per la sfida col S. Sisto le cose vanno addirittura peggio.

Capitan Nuccioni è squalificato oltre che infortunato, Zagarella ha accusato uno stiramento. Mouaha, La Cava e Spatoloni non sono disponibili, Avola è febbricitante. Ai quattro, va aggiunto Polidori, entrato, domenica, per uno spicchio della gara, ma apparso come un parente lontano del giocatore che può risolvere le partite.

Saleppico sta un po’ meglio, anche se, pure lui, non è ancora al top. Fatone, stavolta, dovrà davvero raschiare il barile per mettere in campo una formazione pronta a prendersi la rivincita sull’avversario perugino. Tutto questo senza essere tacciati di piangersi addosso, perché l’Orvietana andata in campo quest’anno solo raramente non ha risposto alle attese.

Una di queste fu proprio a S. Sisto, dove i biancorossi gigioneggiarono oltre limiti accettabili, fino a subire la prima sconfitta stagionale. Arbitro della partita Andrea Castrica di Terni, collaboratori Margheriti e Bientinesi, anch’essi della sezione del capoluogo di Provincia.

Commenta su Facebook