sport

Mister Fatone carica l'Orvietana in vista del Subasio

lunedì 20 novembre 2017
di Roberto Pace
Mister Fatone carica l'Orvietana in vista del Subasio

La riflessione del giorno dopo di Riccardo Fatone non si discosta, poi, molto, dalle dichiarazioni rilasciate dal mister immediatamente dopo il fischio finale: “rimango dell’opinione che, se non smetteremo di giocare dei primi tempi, così molli, ci toglieremo poche soddisfazioni. Non è la prima volta che ciò accade e temo non sarà neanche l’ultima. Dobbiamo lavorare più nella testa che sulle gambe di questi ragazzi. I fatti di domenica hanno fornito la prova di un’Orvietana che sa fare il suo.

Anche nel primo tempo, nonostante la nostra evidente collaborazione sulle due segnature, sul piano del gioco non eravamo andati tanto male. Purtroppo avevamo dimenticato negli spogliatoi la cattiveria e la concretezza, pagandone dazio. Va detto, però, che il Castel Del Piano ha giocato un ottimo primo tempo a confermare che in questa Eccellenza non esistono partite facili e per chi tiene la guardia troppo bassa il ko è sempre dietro l’angolo. Diverso il secondo tempo, una volta convinti che poteva starci anche l’impresa. Abbiamo avuto più coraggio e pareggiato anche con un po’ di fortuna, in quanto Mancinelli, autore della rete, era in campo da pochi istanti e quello della parità era il primo pallone che giocava”.

Mouaha, stringendo i denti, ha dato il suo apporto, ma, ad andare a segno sono stati due centrocampisti: “Gli inserimenti di quelli abituati a giocare un po’ più indietro fanno parte del nostro meccanismo e i gol di Locchi e dello stesso Mancinelli lo hanno dimostrato. Anche Saleppico ha dato il suo apporto e quando, fra due domeniche, tornerà Polidori, contiamo di riprendere il discorso anche con i gol degli attaccanti. In ogni caso, nella prossima partita interna con la Subasio, tornerà disponibile anche Cotigni”.

Commenta su Facebook