sport

Pedalando indietro, "La Carrareccia" raddoppia. A settembre, edizione dedicata a Barbara e Matteo

mercoledì 19 aprile 2017
di Davide Pompei
Pedalando indietro, "La Carrareccia" raddoppia. A settembre, edizione dedicata a Barbara e Matteo

Cento miglia da percorrere in sella, su strade completamente segnalate che costeggiano il Lago di Bolsena. È aperta a qualsiasi tipologia di bicicletta – moderne, mountain bike, gravel, elettriche, truccate – e a "campioni che si mascherano da amatori, ai brocchi che si credono campioni, ai cavalli d'acciaio e ai bardotti di carbonio", l'edizione 0 de "La Carrareccia Liberata" attesa per martedì 25 aprile.

"Una giornata di festa – anticipa dall'A.s.d. Trombadore's Team, Gianfranco Nucciper la quale non sono state previste quote di iscrizioni e servizi vari, quali punti di ristoro e controllo o assistenza meccanica e sanitaria. Sarà soltanto un pretesto per trovarci tutti insieme sulle strade de 'La Carrareccia' e vivere una giornata di sport, godendo dei magnifici paesaggi che la natura ci ha offerto, dando così la possibilità a tutti di visitare fantastici luoghi e vivere emozioni uniche".

Dal 2018 la manifestazione è destinata a diventare una Randonnée Nazionale, mantenendo invariata la formula. Quest'anno, intanto, si parte da Piazza Dante Alighieri. Alle 7 è il turno del "Percorso 100 miglia" (160 chilometri), un'ora dopo il "Tre Regioni" (130 chilometri) e "Umbro" (105 chilometri), alle 9 "Maremma" (80 chilometri) e "Classico" (54 chilometri). Devono essere rispettati gli orari di partenza in base al percorso scelto.

"Per la partecipazione all'evento – anticipano gli organizzatori – è richiesta un'adeguata preparazione specifica. Si declina ogni responsabilità per quanto potrà avvenire durante l'evento. Ognuno pedalerà a proprio esclusivo rischio e dovranno essere rispettare le regole. Tutti sono invitati a tenere un comportamento civile e rispettoso dell'ambiente, indossare il casco protettivo e controllare il mezzo per prevenire incidenti e infortuni".

Pedalata propedeutica al grande appuntamento con "La Carrareccia d'Epoca", tappa del Giro d'Italia d'Epoca che d'intesa con l'Uisp al motto di "Pedalando indietro nel tempo" mette in agenda da venerdì 1 a domenica 3 settembre, la settima edizione della cicloturistica d'epoca, dedicata quest'anno a Matteo Gianlorenzi e Barbara Marinelli che "ci hanno lasciati abbracciati sotto le macerie dell'Hotel Roma di Amatrice".

"Come ogni anno 'La Carrareccia' viene dedicata ad un ciclista del passato che abbia contribuito a scrivere la storia del ciclismo nella Tuscia. Quest'anno, eccezionalmente la A.s.d. Trombadore's Team ha deciso di dedicare la manifestazione ad una persona del suo gruppo e alla sua cara moglie. Matteo è stato un punto di forza del nostro team non solo per i suoi risultati ma soprattutto per la bontà e simpatia che ha portato nelle tante avventure che abbiamo condiviso".

In via di definizione, il programma prevede la conferenza "Il ciclismo tra passato, presente e futuro". Ma anche musica sul lago, la visita guidata gratuita al centro storico, il Giro delle Cantine con degustazione di vini e prodotti tipici e la "Cena de La Carrareccia" allietata da uno spettacolo musicale. Oltre alla pedalata rievocativa, vera novità sarà la traversata d'epoca con battello e bici, ristori d'epoca, mercatino ciclistico, esposizione di bici d'epoca, fino all'elezione di Miss Carrareccia 2017.

Per ulteriori informazioni:
0761.769188 – info@trombadores-team.com

Commenta su Facebook

Accadeva il 26 maggio

L'Alta Tuscia riscopre i gioielli. Invito a Civita, Palazzo Monaldeschi e la Serpara

Due ori e tre bronzi per la Scuola Keikenkai al 2° Campionato Europeo di Karate Iku

Staffetta dei Quartieri. All'ombra del Duomo si corre la 51esima edizione

La Zambelli Orvieto si ferma sul più bello col Casal De' Pazzi

"Focus on pain" a Palazzo Alemanni. Seconda edizione per il congresso medico

Piazza del Popolo, parcheggi a disco orario non più a pagamento

"L'Eucarestia nell'arte cristiana". Conferenza Rotary in Duomo

Corso da tecnico audio e corso di informatica musicale al "Tuscia in Jazz 2016"

Alla Galleria Falzacappa Benci di passaggio i pellegrini di Giorgio Pulselli

A Guardea ed Alviano le musiche di Piovani e Morricone per il Concerto di Primavera

"Basta un Sì per cambiare l'Italia". Incontro a Sferracavallo con Luca Castelli

La Kansas State University sempre più presente sul territorio orvietano

Legambiente denuncia gravi profili di illegittimità del calendario venatorio

Il Coro degli Alpini dei Monti Lessini in concerto

Filippo Orsini relaziona su "Bartolomeo d'Alviano, Todi e l'Umbria tra XV e XVI secolo"

"Una buona stagione per l'Italia. Idee e proposte per la ricostruzione del Paese e dell'Europa"

Alla scuola Frezzolini di Sferracavallo s'inaugura la biblioteca "Sheradzade"

Nasce l'Albo sostenitori "Orvieto Cittaslow". Ecco da chi è composta la commissione

Divieto di pesca per consumo alimentare sul Paglia, scatta l'ordinanza del sindaco

"Etruschi 3D". Presentata la mostra multimediale curata dall'Associazione Historia

Che cos'è "Etruschi 3D"