sport

Karate, gli atleti della Scuola Keikenkai in Marocco per l'Open di Tangeri Wkf

giovedì 23 marzo 2017
di Federica Menenti
Karate, gli atleti della Scuola Keikenkai in Marocco per l'Open di Tangeri Wkf

A solo una settimana di distanza dal Campionato Italiano svoltosi a Montecatini, una selezione di atleti del Comitato Alto-Lazio/Umbria FIK, ha partecipato, nei giorni scorsi, al prestigioso Trofeo internazionale WKF di Tangeri in Marocco. La delegazione, guidata dal Vice Presidente federale Maestro Stefano Pucci era composta dal Maestro Sergio Valeri e Polegri Paola in qualità di Uff. di gara, dai coach Virginia Pucci e Antonio Affatati e dagli atleti Botta Emanuele e Brunelli Emanuele della Scuola Viterbese Keikenkai, De Vietro Chiara e Migliori Paolo della asd Meikji Kan di Civitavecchia e da Refolo Federica della asd Otsuka.

La squadra viterbese ha ben figurato in questa difficile competizione in terra d’'Africa dove le categorie di età erano "“open" cioè senza distinzioni di peso e quindi le pool risultavano molto numerose, gli atleti del Comitato viterbese inoltre per l’'occasione si sono cimentati in un regolamento arbitrale molto differente da quello da loro praticato durante tutta la stagione sportiva, nonostante questi impedimenti hanno sfiorato il podio ottenendo tre brillanti piazzamenti giungendo al 5° posto nelle loro categorie.

La prova dell’'atleta orvietano Emanuele Botta ben descrive lo spessore della competizione, il giovane "cadetto"”, dopo aver vinto cinque incontri nella specialità kumite (combattimenti) perdeva il sesto match piazzandosi al 5° posto nella categoria più “"affollata"” composta da ben 97 atleti.

Un 5° posto anche per Paolo Migliori nei kata "“Juniores”", che aveva vinto tre prove prima di perdere con il beniamino di casa El Ouafi , che poi vincerà la categoria ricca di 41 atleti, anche Chiara de Vietro, dopo una buona prima prestazione si è dovuta accontentare del 5° posto in una categoria con 49 atlete iscritte.

A questa prestigiosa gara erano iscritti 1.856 atleti dall’'Italia, Inghilterra, Francia, Portogallo, Spagna, Marocco, Tunisia, Danimarca, Egitto, Niger, Senegal e Algeria. "E’' stata una ulteriore opportunità tecnica –- dichiara Stefano Pucci -– che la nostra società dà alle sue migliori cinture nere ed una occasione unica di crescita umana che resterà per sempre nella formazione caratteriale dei nostri giovani atleti". “

Commenta su Facebook