sport

Solidarietà e "gioco di squadra", il mix che funziona

sabato 15 ottobre 2016
di Roberto Pace
Solidarietà e "gioco di squadra", il mix che funziona

Ha funzionato il "gioco di squadra", messo in atto dall’Assessorato allo Sport con, in prima linea la vice sindaca Cristina Croce, in collaborazione con la testata OrvietoSport e il supporto dei club calcistici cittadini.

Ospiti d’onore, al Muzi, i giornalisti sportivi componenti la rappresentativa dell’USSI (Unione Stampa Sportiva Italiana), freschi di scudetto. Gioco di squadra, con obiettivo la solidarietà verso San Pellegrino di Norcia, paesino nursino colpito dal recente terremoto. Primi e grandi protagonisti i giovanissimi orvietani frequentanti le Scuole Calcio della città.

Tanti genitori al seguito, coreografia stupenda e giù a darsele, sportivamente, di santa ragione, per essere i primi a conquistare il pallone. I piccoli hanno fatto la loro parte e alla grande, sicuramente meglio dei tanti adulti con cariche sportive e non, risultati assenti al triangolare che ha chiuso la giornata.

Perdendosi, ad esempio, la possibilità di vedere le ragazze del G.S. Federico Mosconi, vestite con la nuova divisa d’ordinanza, cimentarsi, per la prima volta, con la folta e qualificata selezione degli amatori orvietani, oltre che con i giornalisti calciatori. Tre tempi un po’ eterogenei ma, per tutti, protagonisti e spettatori, divertenti.

L’hanno spuntata gli amatori, selezionati da Stefano Romanini e con Riccardo Fatone in panchina, che hanno sconfitto ai calci di rigore, la rappresentativa allenata da Luca Pisinicca e coordinata da Emanuele Lombardini.

"Orvieto per San Pellegrino" raccoglie 900 euro, Ussi Umbria ko ai rigori

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 gennaio