sport

Esordio amaro per il rugby orvietano nella trasferta di Pesaro

mercoledì 12 ottobre 2016
Esordio amaro per il rugby orvietano nella trasferta di Pesaro

Non basta l'orgoglio orvietano, il Rugby Pesaro vince la partita al campo di Misano con merito e con un grande gioco alla mano. E' l'esordio stagionale e Coach Mammoli ha già i primi grattacapi, la squadra parte decimata soprattutto dalla sfortuna. L'assenza non giustifica il risultato finale di 48-19 per il Pesaro Rugby, che è si una squadra cadetta del Pesaro rugby che milita in serie A, ma è comunque una squadra alla portata del nome orvietano.Orvieto si presenta in campo con una formazione sperimentale tutta da scoprire, guidati dal nuovo capitano Nuccioni, schierando tra titolari e panchina tre nuovi elementi nell'organico: Passero, Bellomi e Miscetti.

Orvieto parte con l'acceleratore abbassato riuscendo a scavare un piccolo solco grazie al piede sempre magico di Dimitri Menghinelli, un più che gradito rientro dopo il brutto infortunio del 2014 al ginocchio sinistro che lo ha tenuto lontano dai campi di gioco per piu di un anno. Orvieto è vincente in mischia chiusa ma perdente in touche, e si nota ancora una certa inesperienza nei ruoli chiave che alla lunga pesano sia sul risultato che sul gioco. Successivamente inizia a venire fuori il differente potenziale offensivo delle due squadre, Pesaro inizia a far girare il pallone in mezzo al campo a muoverlo e spostare il gioco. Orvieto cade nella trappola degli spazi allargati andando a subire tre mete nella ultima frazione di gioco del primo tempo, che va comunque a concludersi con il risultato di 19 a 12 in favore di Pesaro.

""

La ripresa inizia con un Pesaro molto ben messo in campo ed ecco Orvieto annaspare nei primi 15 minuti subendo altre tre mete in maniera speculari alle precedenti. I rupestri non regalano niente e sospinti dal proprio cuore continuano a giocare a testa bassa cercando di trovare la meta dell'orgoglio che finalmente arriva grazie ad una Maul avanzante finalizzata da Nuccioni. Il fischio finale arriva e Orvieto sconfitto sul tabellone dal punteggio esce dal campo con delle considerazioni importanti. I ragazzi di Orvieto hanno purtroppo peccato di esperienza e di lucidità nelle fasi chiavi del match dove non bisognava regalare spazi ampi, attaccabili agli avversari. Il lavoro di Mammoli potrebbe essere facilitato dai rientri importanti in settimana in vista della partita di domenica 16 ottobre, ancora fuori casa contro i rivali del Città di Castello usciti vittoriosi sul campo del Guardia Martana.

Commenta su Facebook

Accadeva il 15 ottobre