sport

Per la Zambelli Orvieto è l’ora del secondo derby umbro a San Giustino

venerdì 11 dicembre 2015
di Alberto Aglietti
Per la Zambelli Orvieto è l’ora del secondo derby umbro a San Giustino

Gara dagli elevati contenuti tecnici quella di domenica 13 dicembre per le ragazze della Zambelli Orvieto che risalgono la E45 per andare a giocare il secondo derby umbro di questa stagione. Le atlete gialloverdi si recano a fare visita alle avversarie corregionali della Top Quality San Giustino, squadra che in questo momento gode di maggior credito dagli addetti ai lavori avendo ottenuto una lunga striscia di successi. Sul piatto c’è molto più di semplici tre punti, nel confronto tutto umbro ci si gioca l’onore ed una fetta di serenità in più nelle imminenti festività natalizie, di certo è una delle partite di cartello della serie B1 femminile.

Lo scontro della nona giornata di campionato mette di fronte la compagine altotiberina che è seconda in classifica con venti punti e le tigri rupestri che sono quinte ed attardate di sole quattro lunghezze. La contesa tra le migliori espressioni della pallavolo per quanto riguarda il gentil sesso nel Cuore Verde d’Italia è accattivante e, proprio per questo, preannuncia una grande affluenza di pubblico sugli spalti. Le padrone di casa dirette dall’allenatore Alessandro Della Balda provengono da una agevole affermazione contro il Rimini, mentre le ospiti guidate dal tecnico Gian Luca Ricci sono reduci dal brillante successo ai danni del San Lazzaro.

Il duello a distanza dovrebbe riguardare soprattutto la banda dove risiedono le schiacciatrici Sofia Tosi e Jasmine Rossini, mentre sulla zona-tre a tenere banco saranno le centrali Martina Spicocchi e Giulia Kotlar, quattro elementi che paiono in ottima forma. Sono quattro le sfide che costituiscono precedenti d’archivio tra le antagoniste, il piatto della bilancia è in perfetto equilibrio, una vittoria a testa nella stagione regolare dell’anno passato ed una a testa nelle amichevoli di questa stagione, a prevalere è stato sempre il fattore campo.

La condizione e l’affiatamento sono ormai ottimizzate, entrambe le squadre risultano desiderose di misurare il proprio potenziale con rivali di alto rango, prevedibile dunque una battaglia all’ultimo sangue. L’incontro sarà arbitrato dalla coppia formata da Luca Grassia e Stefano Caretti.

Probabile sestetto San Giustino: Izzo in regia, Francia opposta, La Rocca e Spicocchi al centro, Tosi e Bartolini schiacciatrici, Giorgi libero.
Possibile sestetto Orvieto: Pesce ad alzare in diagonale con Sabbatini, Kotlar e Iacobbi centrali, Rossini ed Ubertini attaccanti di banda, libero Rocchi.

Commenta su Facebook

Accadeva il 15 ottobre