sport

Azzurra, Cagliari – Orvieto 82-70 ma la salvezza è molto più vicina. Ultimo appuntamento della regular season

giovedì 26 marzo 2015
di Antonio Amatulli
Azzurra, Cagliari – Orvieto 82-70 ma la salvezza è molto più vicina. Ultimo appuntamento della regular season

Si è giocato mercoledì 25 marzo il turno infrasettimanale valevole quale penultima giornata del girone di ritorno del campionato di serie A1 femminile, ora manca solo l’ultimo atto che si svolgerà sabato 28 marzo. Ma la giornata di ieri ha già emesso, di fatto, alcuni verdetti: il più importante, ed è quello che ci tocca da vicino, è che non dovrebbero giocarsi i play out per la permanenza in serie A1, a meno che Trieste non vada a vincere in quel di Ragusa nell’ultima giornata. Vigarano, infatti, vincendo a Trieste ha impedito a quest’ultima di raggiungere quota 4, mettendo in salvo sé stessa ed anche Parma, che addirittura ha espugnato il parquet di Napoli, ed Orvieto.

Questi i risultati: Trieste – Vigarano 51-67, Venezia – Battipaglia 89-74, Umbertide – Lucca 75-58, Napoli – Parma 57-65, San Martino di Lupari – Schio 49-74, Cagliari – Orvieto 82-70. E questa è la classifica: Schio 40, Ragusa 38, San Martino di Lupari e Venezia 32, Umbertide 30, Napoli e Lucca 26, Battipaglia 18, Vigarano e Cagliari 16, Parma 14, Orvieto 10, Trieste 2. Questo il programma dell’ultimo turno che, come già detto, si giocherà sabato prossimo: Lucca – Venezia, Orvieto – Umbertide, Vigarano – Cagliari, Parma – San Martino di Lupari, Ragusa – Trieste, Schio – Napoli. Riposa Battipaglia.

Se le prime due in classifica, rispettando i pronostici, vinceranno i loro impegni casalinghi rispettivamente contro Napoli e Trieste, Schio sarà prima e Ragusa seconda. L’unica speranza per Ragusa è che Napoli, in lotta per il 6° posto, faccia il colpaccio a Schio, ma la cosa sembra abbastanza improbabile. Per il terzo posto gli scontri diretti favoriscono San Martino di Lupari su Venezia, e il verdetto si ribalterebbe solo se San Martino perdesse a Parma e Venezia vincesse a Lucca.

Il quinto posto, grazie alla vittoria casalinga su Lucca ed alla concomitante sconfitta interna di Napoli contro Parma, è appannaggio di Umbertide. Per il sesto e settimo posto la lotta è tra Napoli e Lucca, con Napoli che è avvantaggiata negli scontri diretti, ma con Lucca che potrebbe prendersi la sesta piazza battendo in casa Venezia e confidando nella sconfitta di Napoli a Schio. L’ultimo posto utile per la partecipazione ai play off è al momento appannaggio di Battipaglia, che però sabato riposerà. Lo scontro diretto tra Vigarano e Cagliari porterà una delle due ad affiancare Battipaglia a 18 punti. Se vincesse Vigarano, Battipaglia sarebbe ottava, Vigarano nona e Cagliari decima. Se, invece, sarà Cagliari a vincere, sarà proprio Cagliari l’ottava, Battipaglia nona e Vigarano decima.

Parma ha 14 punti e vincendo contro San Martino di Lupari raggiungerebbe la perdente tra Vigarano e Cagliari: in entrambi i casi resterà sempre in undicesima posizione per effetto degli scontri diretti. Orvieto, con 10 punti, è certa della dodicesima posizione e, battendo in casa Umbertide, otterrebbe la matematica salvezza diretta per sé e per Parma e una tra Vigarano e Cagliari, nel caso in cui Trieste dovesse andare a vincere a Ragusa. Appuntamento sabato 28 marzo al PalaPorano per il derby umbro tra Azzurra Ceprini Costruzioni Orvieto e Acqua&Sapone Umbertide: palla a due iniziale alle ore 18.

Nella foto: Azzurra Ceprini Orvieto 2014-15 :Ridolfi 13, Sarni 11, Brezinova 14, Bove 17, Gaglio 10, Harden 3, Granzotto 9, Baldelli 8, Di Gregorio 6, Burkholder 20.

Commenta su Facebook